Iscriviti

Sony A7c: ufficiale la full frame più "piccola e leggera al mondo"

Rendendo onore ad uno dei core business della propria storia, quello dell'imaging, la giapponese Sony ha messo in campo una nuova macchina fotografica, la full frame Sony A7c, certo più compatta della progenitrice di riferimento, e adatta ai vlogger.

Hi-Tech
Pubblicato il 15 settembre 2020, alle ore 12:27

Mi piace
1
0
Sony A7c: ufficiale la full frame più "piccola e leggera al mondo"

Senza mai dimenticarsi del settore fotografico, il poliedrico marchio nipponico Sony ha presentato quella che non ha esitato a definire come la full frame “più piccola e leggera al mondo“, la Sony A7c che, non a caso, inserisce nel nome la C di “compatto”, per una dieta che ha coinvolto non solo l’aspetto tecnico.

Dimagrita del 20% in peso (ora da 509 grammi) e volume (stante le dimensioni da 124.0 x 71.1 x 59.7 mm) rispetto alla sorella maggiore Sony A7III, grazie anche all’impiego del telaio in lega di magnesio, la Sony A7c usa un sensore CMOS Exmor R BSI da 24.2 megapixel, per scatti con ISO massima da 51.200, che il processore grafico BIONZ X permette di includere in raffiche da 10 fps al secondo.

L’autofocus fasico basato sul rilevamento di 693 punti è preso dalla A7III, al pari del tracking in tempo reale dei soggetti in movimento, e della messa a fuoco basata sull’aggancio degli occhi, in real time, anche negli animali: i video, con supporto a diversi profili (HLG, Slog 2 Pro, SLog3), sono girati in 4K@30fps e beneficiano della stabilizzazione a 5 assi in-body

Presente un otturatore che le ridotte dimensioni hanno portato ad avere 1/4000 come tempi minimi di esposizione, un mirino elettronico ridimensionato a sinistra, pur se ancora in matrice organica OLED XGA, diverse porte a a sinistra (una HDMI, una Type-C, un combo jack per cuffie-microfono, e un solo slot per le memorie SD UHS-II), oltre al display snodabile (utile anche per il touch focus) ben visibile anche sotto la luce outdoor (in quanto da 921mila punti), la fotocamera per vlog Sony A7c affida alla batteria NP-FZ100 la possibilità di realizzare sino a 680 foto usando solo il mirino, o anche 740 optando per il display in LCD da 3 pollici, stoccando un massimo di 223 scatti in formato jpg e di 115 nel più grezzo e ricco di informazioni raw. 

Sony A7c (opzionabile anche in bundle con il nuovo obiettivo FE 28-60 mm F4-5,6, previa maggiorazione di 200 euro) sarà in vendita tra qualche settimana, ad un prezzo decisamente importante, pari a 2.100 euro, suscettibili di decremento, come accaduto con la A7III che, dai 2.400 iniziali, è scesa, quanto a street price, sotto i 2.000 euro.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Da quanto appurato, Sony cerca di affascinare gli amanti della fotografia moderna, abituati allo smartphone, tramite macchine fotografiche discretamente compatte, con specifiche e funzionalità da categoria superiore: è un tentativo di recuperare un mercato che, diversamente, soccomberebbe sotto i progressi dei manufacturer mobili e, quindi, ben vengano anche risultati come l'attuale Sony A7c.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!