Iscriviti

Pocketalk S: ecco il nuovo interprete AI based per abbattere le barriere linguistiche

Dopo un affinamento durato 2 anni, la nipponica SourceNext porta sul mercato, anche nel bel Paese con una distribuzione capillare, il nuovo interprete AI based, Pocketalk S, abile nel tradurre bidirezionalmente sia avvalendosi del testo che dell'audio.

Hi-Tech
Pubblicato il 31 gennaio 2020, alle ore 16:42

Mi piace
9
0
Pocketalk S: ecco il nuovo interprete AI based per abbattere le barriere linguistiche

A distanza di due modelli dal predecessore, dopo la proficua (premio come miglior dispositivo per la traduzione) comparsata Al CES 2020 di Las Vegas, arriva in commercio il nuovo traduttore Pocketalk S della nipponica SourceNext, leader nell’abbattere a suon di tecnologie le barriere linguistiche.

Concepito per il business man che necessita di una traduzione rapida e affidabile, ma anche di chi per puro piacere intenda scoprire nuove mete senza farsi frenare dalla lingua del posto (visto che, per esempio, può essere utile per tradurre quanto presente su un menù restituendo vocalmente ordinativi con un linguaggio corretto), Pocketalk S ha le dimensioni di una carta di credito (ben diverso dal look a saponetta del primo modello) e ferma la bilancia alla soglia dei 75 grammi

Grazie al display ora più grande permette di visualizzare la traduzione di 55 lingue scritte, o di 74 idiomi (slang e dialetti compresi) parlati in 130 paesi: diversamente, l’output della traduzione può avvenire in modalità sonora, tramite i due potenti altoparlanti, o ricorrendo al Bluetooth, magari per agganciare un paio di auricolari senza fili. L’acquisizione della fonte da tradurre, invece, avviene passando per il microfono altamente sensibile, beneficiato dalla tecnologia di cancellazione del rumore, o facendo ricorso alla fotocamera da 8 megapixel, capace di riconoscere all’istante la lingua inquadrata, grazie all’intelligenza artificiale in grado di operare anche nell’eventualità che sia presente un mix di lingue scritte

Per funzionare in modo completo, Pocketalk S, per altro in grado di convertire anche le misure (lunghezza/larghezza), le temperature, e le valute in tempo reale, si avvale della connettività: nello specifico, può funzionare grazie alla eSIM con 2 anni di traffico dati incluso, inerendo una propria microSIM nell’alloggiamento previsto, o sfruttando il Wi-Fi tethering, col proprio smartphone a fare da hotspot.

In termini distributivi, sarà possibile accaparrarsi (nelle colorazioni bianco/nero/oro/rosso) il nuovo Pocketalk S anche in Italia, dalla metà di Febbraio, al prezzo di 299 euro, rivolgendosi al sito ufficiale del brand, su Amazon.it, nei negozi Trony, nei punti Unieuro dei principali aeroporti, o negli Smartech La Rinascente di Roma e Milano. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Ricordo ancora la presentazione del primo modello che, invero, era un po' troppo bombato e con display piccolo per colpirmi particolarmente: il nuovo modello, migliorato anche nelle performance, è molto più portable, quasi simile ad uno smartphone di qualche anno fa, ma sempre in grado di fungere da interprete per chi si sposta molto, senza - però - dover mettere mano ad uno smartphone, dover scaricare mille app pesanti, o dover prestare a estranei il proprio telefono per farsi tradurre quel che diranno. Purtroppo, nota finale, non si hanno notizie dell'arrivo in Italia della Doraemon Edition di quest'utilissimo gadget.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!