Iscriviti

Philips 279C9: in arrivo il nuovo monitor per creativi con 4K a 10 bit

Entro fine Agosto è previsto l'esordio sul mercato del nuovo monitor Philips 279C9, proposto dal licenziatario MMD quale periferica di output visivo per i creativi, ma anche per i gamers di giochi non troppo movimentati e impostati sulle azioni frenetiche.

Hi-Tech
Pubblicato il 14 agosto 2020, alle ore 09:40

Mi piace
6
0
Philips 279C9: in arrivo il nuovo monitor per creativi con 4K a 10 bit

Il marchio olandese Multimedia Displays (MMD) by TPV, licenziatario di Philips per quel che concerne la creazione e distribuzione di monitor, ha annunciato il nuovo display Philips 279C9, destinato ad esordire in commercio entro il mese scorrente, secondo un listino di 489 euro.

Dal punto di vista tecnico, Philips 279C9 propone un pannello IPS (178° come angoli laterali di visualizzazione) da 27 pollici, con risoluzione panoramica (16:9) in 4K (3840×2160 pixel, 163 PPI), particolarmente adatto ai lavori grafici: la profondità colore a 10 bit permette di raggiungere i valori del 90.7% sulla scala cromatica NTSC e del 109% su quella sRGB.

In ottica gaming, nonostante il refresh rate a 60 Hz e il tempo di risposta a 5 ms non siano propriamente idilliaci per un eventuale impiego del monitor Philips 279C9 in un contesto degno di videogiocatori esigenti, giunge in aiuto la tecnologia AMD FreeSync, che evita lag e strappi nella rapida successione dei fotogrammi, e la funzione di preset visuali “SmartImageGame”, che ottimizza l’immagine per i vari tipi di contenuto videogamico. 

Destinato in ogni caso ad un uso intensivo, il monitor Philips 279C9 mette l’utente in condizioni di massima comodità: la SmartErgoBase consente di alzarlo di 130 mm, di ruotarlo di 90°, e di inclinarlo a piacimento (da -5 a +20°). Non mancano, inoltre, un trattamento anti-riflesso, un sistema anti-sfarfallio (Flicker-free), un valore del 25% quanto a lucentezza della superfice (“Riflessione Haze”), una luminosità di picco pari a 400 nits, e un contrasto a 1.300:1, per fornire le migliori condizioni visive possibili. 

Dotato di cornici molto contenute lungo il perimetro, tanto da risultare un quasi Zero Bezel, il monitor Philips 279C9 si presta all’uso con altri display affiancati, senza fornire una sensazione di interruzione all’immagine estesa: a tale scopo offrono il loro contributo numerose porte presenti sul retro, tra cui un paio di HDMI 2.0, una DisplayPort 1.4, una Type-C per caricare (Power Delivery 3.0) dispositivi a 65 W e con funzione DisplayPort Alt, e un poker di USB 3.2

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Nel complesso, il monitor Philips 279C9 è davvero interessante: le specifiche vantate, tra porte e cornici contenute, permettono di affiancare diversi display simili, ottenendo un'immagine immersiva, o la disposizione dei dati (es. nelle analisi finanziarie), su più pannelli accostati l'un l'altro. La qualità visiva è accreditata di ottimi risultati: peccato per il refresh rate e il tempo di risposta!

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!