Iscriviti

Nokia Portable Wireless Speaker e Vivo Watch: gadget hi-tech all’esordio

Il middle week di presentazioni si è aperto con Nokia e di Vivo che hanno fatto segnare una rispettiva "prima volta", col marchio finnico che ha proposto il suo primo smart speaker Bluetooth 5.0 e quello cinese che ha presentato il primo Vivo Watch.

Hi-Tech
Pubblicato il 23 settembre 2020, alle ore 09:05

Mi piace
6
0
Nokia Portable Wireless Speaker e Vivo Watch: gadget hi-tech all’esordio

Di tanto in tanto, capita che anche le aziende più rodate si cimentino in campi per sé inediti, ampliando e diversificando il range delle proprie attività, esattamente come fatto da HMD Global che ha proposto il primo speaker Bluetooth 5.0 a marchio Nokia, e BBK Electronics, che ha donato anche al listino di Vivo Mobile uno smartwatch.

Nell’evento HMD Global che ha portato all’esordio dei nuovi smartphone Nokia 3.2 e Nokia 2.4, non è mancata l’attenzione al segmento audio portable che, oltre agli auricolari Power Earbuds Lite, ha beneficiato anche dello smart speaker Nokia Portable Wireless Speaker (34.90 euro).

Il nuovo dispositivo della N finnica somiglia decisamente molto, specie nella (sola) colorazione nera, a un Nest Mini, a parte il laccetto che ne consente l’aggancio praticamente ovunque: compatto nelle dimensioni (86 x 50 mm), ospita driver da 43 mm, in grado di assicurare, allo smartphone un output sonoro chiaro, corposo, e discretamente (3 W) potente. Desiderando un sound stereo, poi, è anche possibile abbinare due speaker Nokia. Grazie alla presenza del microfono, il Nokia Portable Wireless Speaker permette di gestire le telefonate, anche di gruppo, in vivavoce.

L’autonomia è un altro fattore che Nokia non ha trascurato. Dietro il rivestimento in tessuto, infatti, si cela un accumulatore da 800 mAh, in gran parte responsabile dei 160 grammi di peso del dispositivo, al quale va il merito di garantire, a carica ultimata, un’autonomia, come riproduzione musicale, di 4 ore.

Da Vivo, invece, giunge il primo smartwatch del marchio, l’attesissimo Vivo Watch. Quest’ultimo, di forma circolare, è realizzato in acciaio sinterizzato (4 volte più resistente dell’inossidabile) in due misure: il modello da 46 mm vanta una corona in ceramica con incisi dei numeri e mostra lateralmente due pulsanti schiacciati (di cui uno reso distinguibile per l’accensione/spegnimento), mentre la versione da 42 mm, con corona ceramica liscia, di lato palesa due classici pulsanti rotondeggianti. I cinturini, invece, sono o in gomma (fluoroelastomero) o in pelle (nappa). 

La parte superiore integra un display AMOLED con Always On e risoluzione Retina (326 PPI): il modello da 46 mm in particolare è caratterizzato da un pannello da 1.39 pollici (454 x 454 pixel) laddove per quello più piccolo, da 42 mm, risulta innestato un pannello da 1.19 pollici (390 x 390 pixel). Sul dorso, invece, non mancano il cardiofrequenzimetro per calcolare la pressione e registrare il battito del cuore, ed il sensore per stimare la saturazione dell’ossigeno nel sangue (SpO2).

Impermeabile sino a 50 metri, il Vivo Watch dispone di diversi sensori, tra cui il barometro, l’altimetro, l’accelerometro, quello per la luce ambientale e per il geomagnetismo, oltre che di un GPS (Beidou) in modo da poter tracciare diverse (11) attività sportive, tra cui alpinismo, corsa all’aperto, camminata, nuoto, ma anche sì da poter annotare i passi fatti, i piani saliti, le calorie bruciate, fornendo i dati in questione all’app Firstbeat, per un successivo miglioramento delle proprie performance. 

Sempre attento anche alla salute in generale, in ragione della misurazione dello stress e del monitoraggio del sonno, il Vivo Watch grazie all’NFC permette i pagamenti contactless, mentre il Bluetooth 5.1, connesso il device allo smartphone, permette di riceverne le notifiche, e di fungere da otturatore per la fotocamera dello stesso: ancora in ambito smart, figura la possibilità di gestire la musica, ed il supporto vocale all’assistente virtuale proprietario Jovi

Attualmente, il Vivo Watch, autonomo sino a 18 (modello da 46 mm) o 9 (da 42 mm) giorni, è all’esordio nel mercato cinese, ove è stato lanciato al prezzo di 1.299 yuan, pari a pressappoco 162 euro

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Personalmente, credo che il Vivo Watch sia davvero un wearable ben riuscito: costruttivamente sembra di qualità e, in tema di funzionalità, vanta sia il GPS che l'NFC, risultando un bel po' indipendente dallo smartphone. Purtroppo, stante la presenza di Jovi, potrebbe risultare relegato all'ambito cinese. Nel caso dello speaker Bluetooth, è bello notare come Nokia sia tornare a fare di questi prodotti, ora aggiornati al recente standard di 5a generazione, traendone un prodotto utilizzabile anche per le telefonate o l'ascolto musicale stereofonico.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!