Iscriviti

LG: da IFA 2019 arrivano le smart TV OLED e NanoCell in 8K

Anche LG, attesa da molte novità a Berlino, non si è fatta pregare e, in vista della partecipazione a IFA 2019, ha "spifferato" il suo asso nella manica in fatto di tecnologie televisive, con una doppietta di smart TV 8K, tra cui un mastodontico OLED da 88''.

Hi-Tech
Pubblicato il 4 settembre 2019, alle ore 00:01

Mi piace
3
0
LG: da IFA 2019 arrivano le smart TV OLED e NanoCell in 8K

In una delle prime giornate d’anteprima in vista di IFA 2019, il colosso sudcoreano LG Electronics ha presentato una coppia di smart TV con risoluzione 8K in arrivo in Italia verso fine anno, ma già da questo mese disponibili nel mercato europeo in Francia, Germania, e UK.

Si tratta del modello OLED 8K (88Z9) e del NanoCell 8K (75SM99) certificati per un’ottimale fruizione dell’8K dall’ICDM, International Committee for Display Metrology, secondo il quale, per supportare davvero tale risoluzione, una TV non deve solo avere il numero di pixel giusti (ovvero: 7.680 x 4.320), ma anche offrire la possibilità di distinguerli l’un dall’altro, in modo che i colori siano vividi e le immagini ricche di dettagli: con valori CM superiori al 90%, ambedue i prodotti LG risultano in questo senso “a norma“.

A livello tecnico, il risultato in questione è ottenuto mediante i nuovi processori Alpha 9 di 2° generazione, con upscaling all’8K (dal 4K o dal FullHD) in 6 passaggi, grazie al deep learning che, riconosciute le fonti da un ampio database, applica tutte le ottimizzazioni necessarie, sfruttando inoltre i sensori per adeguare in tempo reale la luminosità del monitor.

La qualità dell’immagine è esaltata dal pacchetto Cinema HDR, che porta nel caso dell’8K il supporto all’HDR10/HLG e, nel caso del 4K, quello dell’Advanced HDR by Technicolor e del Dolby Vision laddove, per una perfetta immersività in film, eventi sportivi, e concerti, gioca un ruolo fondamentale anche l’algoritmo che virtualizza il sistema bicanale in un surround 5.1 con supporto al Dolby Atmos (aggiuntivo rispetto all’audio a 16 bit non compresso WiSA Ready): in tal senso è possibile sfruttare le 4 porte HDMI 2.1 (idonee anche per il gaming, grazie al supporto verso ALLM e VRR per abbassare la latenza e aumentare il refresh rate quando connesse a una consolle) anche per connettere il tutto a soundbar premium, essendo supportata la funzione eARC.

Trattandosi di smart TV, se in alcuni mercati sarà garantito il supporto ad Alexa ed Assistant, di default ambedue i modelli LG 88Z9 ed LG 75SM99 saranno equipaggiati con l’integrazione verso HomeKit e AirPlay di Apple

Passando alle differenze, nella gamma LG Signature, il modello 88Z9 di TV 8K, di base l’OLED più grande (88”) mai sviluppato da LG, di certo il più grande al mondo con l’8K, sfrutta un design minimalista con cornici assenti e poggia su una base in alluminio spazzolato quale sede per un output sonoro potente (80 W), meritandosi – ipso facto – l’iF Design Award: acceso, sfoggia un ammontare di pixel auto-illuminati impressionante, 33 milioni, 4 volte più di un UHD e 16 più di un FullHD, tanto da meritare anche il Red Dot Award. 

Anche il modello 75SM99, ovvero la NanoCell TV da 75 pollici non è da meno, ottenendo immagini di grande impatto grazie alla combinazione di tre tecnologie sinergiche. Nano Color ottimizza i colori bonificando le immagini dalle impurità, Nano Black ottiene un ottimo contrasto, con neri profondi, grazie alla retroilluminazione gestita da un Full Array Dimming Pro calibrato per l’8K, mentre Nano Display riesce ad offrire anche in grande scala delle immagini nitide. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - L'8K di queste TV LG è "tanta roba": la certificazione dell'ICDM mi ha permesso d'imparare qualcosa che non sapevo visto che avevo un concetto un po' basilare di cosa servisse per vantare davvero una risoluzione visiva così elevata. Insomma, è come dire che, oltre alla forma, l'OLED 8K ed il NanoCELL 8K di LG rispettano anche la sostanza di questa resa, per altro esplicata in immagini ricche di dettagli e soggette a contrasti da record, pur evitanto distorsioni di ogni sorta. Tutto perfetto, anche nelle funzionalità smart, non fosse che - a mio avviso - Philips, con la sua tecnologia Ambilight, riesce ad ottenere un coinvolgimento sensibilmente maggiore, specie se poi le luci interattive sono estese per tutta la camera, a suon di lampadine smart Hue.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!