Iscriviti

La lampadina smart di Ikea ‘Tradfri’ si può comandare, da oggi, con Google Assistant

Rilasciata sul mercato un po' di tempo fa, la lampadina smart di Ikea (chiamata Tradfri) permette, grazie all'app proprietaria, di essere comandata a distanza. Il supporto era stato allargato ad Amazon Alexa e, recentemente, anche a Google Home.

Hi-Tech
Pubblicato il 14 aprile 2018, alle ore 11:24

Mi piace
1
0
La lampadina smart di Ikea ‘Tradfri’ si può comandare, da oggi, con Google Assistant

Un segmento della tecnologia che, al giorno d’oggi, rappresenta il futuro è il cosiddetto IoT (Internet of Things). In parole povere, consiste nella possibilità di utilizzare le tecnologie Internet per compiere diverse operazioni con i vari oggetti presenti in casa nostra. È possibile, ad esempio, comandare a distanza la lavatrice, oppure imporre al sistema di riscaldamento di accendersi ad una determinata ora del giorno. Il tutto tramite una semplice interconnessione alla rete di tutti i dispositivi interessati.

Anche Ikea ha introdotto, qualche mese fa, un dispositivo appartenente a questa categoria: si tratta di una particolare lampadina LED nota come ‘Tradfri‘. Il suo funzionamento è molto semplice: sfruttando un particolare dimmer Wi-Fi, è possibile regolare sia la luminosità che il colore della lampadina direttamente dallo smartphone e con pochi, semplici, tocchi (o via comandi vocali, con gli assistenti virtuali). Nei primi tempi, però, non era possibile utilizzare alcun assistente virtuale di terze parti, ma solamente l’app sviluppata dal colosso svedese.

Col tempo, poi, la situazione è cambiata. Gli aggiornamenti successivi dell’applicazione hanno permesso l’integrazione sia di Amazon Alexa che di Apple HomeKit permettendo, così, il controllo della lampadina usando i dispositivi smart delle rispettive aziende. Fino a quel momento, quindi, i dispositivi Google erano tagliati fuori dal supporto e, di conseguenza, gli utenti Android erano rimasti a bocca asciutta. 

In questi giorni, tuttavia, qualcosa è cambiato. Pare che l’ultimo aggiornamento dell’app (avente il numero cumulativo ‘1.5.0’) abbia introdotto finalmente il supporto a Google Home e Google Assistant. Questo supporto, tuttavia, non si attiva immediatamente, ma è necessario seguire alcuni passaggi: sia che vi troviate nelle impostazioni di Google Assistant o di Google Home, bisognerà recarsi presso la sezione ‘Home Control’ e, dopo aver premuto il tasto aggiungi, selezionare il dispositivo smart di Ikea.

Osservando il mercato, le lampadine smart di Ikea sono tra le più economiche in commercio. Per portarvi a casa un set completamente funzionante, saranno necessari appena 18 euro (comprensivi di lampadina e dimmer Wi-Fi) mentre, per gli utenti più esigenti, sono disponibili altre configurazioni che arrivano anche a 75 euro (2 lampadine + dimmer Wi-Fi + telecomando integrato). Insomma, il settore dell’IoT è in costante espansione, e sarà da vedere se tali dispositivi avranno o meno successo.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabio Attardo

Fabio Attardo - L'invenzione di Tradfri, per quanto semplice possa essere l'idea alla base del prodotto, ha contribuito a portare avanti il settore IoT. Certo, Ikea non ha inventato assolutamente nulla (esistono altre varianti dello stesso prodotto realizzate da altre aziende, come Xiaomi), ma un prodotto del genere (venduto a quel prezzo) non potrà fare altro che abituare sempre di più le persone a questo nuovo settore.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!