Iscriviti

HP Pavillion 13: svelato anzitempo il nuovo ultrabook con micro-architettura Willow Cove

Destinato a essere (ri)presentato tra un paio di settimane, è stato praticamente ufficializzato anzitempo dallo stesso produttore HP il nuovo ultrabook Pavillion 13, che porterà in dote varie migliorie prestazionali, grazie alla micro-architettura Willow Cove.

Hi-Tech
Pubblicato il 17 agosto 2020, alle ore 10:03

Mi piace
7
0
HP Pavillion 13: svelato anzitempo il nuovo ultrabook con micro-architettura Willow Cove

Nonostante ne sia previsto l’esordio ufficiale a Settembre, quando il 2 Settembre Intel dovrebbe presentare i nuovi processori di 11a generazione, è diventato ufficiale anzitempo, pur in assenza delle indicazioni di prezzo, il nuovo portatile HP Pavillion 13 (bb0027nr), apparso per errore (ma subito rimosso) sul sito dell’importante manufacturer americano. 

Secondo la scheda tecnica, prontamente condivisa in Rete dall’utente @momomo_us, il nuovo HP Pavillion 13 avrà un telaio molto sottile (30.91 x 20.5 x 1.78 cm, per 1.31 kg) in metallo color argento che, ciò nonostante, non si farà mancare una corposa dotazione di porte, tra cui un lettore di schede SD, un combo jack per cuffie e microfono, una HDMI 2.0 per connettere uno schermo esterno, e 3 porte USB 3.2, di cui una Type-C. Quello a cui si è dovuto rinunciare, giocoforza, è la RJ45 per l’Ethernet (comunque implementabile via adattatore) con l’utente che sarà costretto ad affidarsi alla sola schedina di rete che, oltre al Bluetooth 5.0, permetterà di sfruttare il Wi-Fi ax/6

Spalancato, il Pavillion 13 di HP palesa un display da 13.3 pollici, con risoluzione FullHD, ottimi angoli di visuale (IPS), eccellente luminosità (250 nits), anche se con copertura colore NTSC ferma al 45%: la cornice alta, non del tutto sottile, anche se più compatta del mento, alloggia una webcam HD affiancata da un array di 2 microfoni, per le videoconferenze.

Corredato anche di una coppia di speaker firmati Bang&Olufsen (come da tradizione HP), il nuovo ultrabook Pavillion 13 è dotato di una tastiera a dimensione normale, per giunta retroilluminata, sotto la quale si cela un processore quadcore (da 2.8 a 4.7 GHz in Turbo Boost) Intel i7-1065G7, con hyper-treading, e microarchitettura Willow Cove che permette l’impiego di 12 MB di cache L3, il 50% in più di quanto montato sul precedente chip Core i7-1065G7 basato sull’architettura Ice Lake. 

Grazie alla scheda grafica Intel Gen12 Xe, ovviamente integrata per ragioni di spazio, il nuovo laptop assicura ottime prestazioni visive, beneficiando, nel contempo, di un ammontare di 16 GB di RAM (certo DDR4-3200, sebbene purtroppo saldata sulla motherboard e, dunque, non sostituibile): lo storage da 512 GB, già SSD con interfaccia M.2 NVMe, risulta esser sprintato ulteriormente da 32 GB di cache acceleratrice Intel Optane

Dulcis in fundo, il nuovo portatile ultracompatto HP Pavillion 13 sarà out-of-the-box con tanto di alimentatore da 45W, funzionale a ricaricare le 3 celle agli ioni di litio della batteria di bordo, dimensionata a 43 Wh

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Non male: vi saranno a bordo le soluzioni elaborative più recenti di Intel, ottime sia per potenza che per efficienza e ciò dovrebbe impattare positivamente su prestazioni ed autonomia: peccato per la RJ45, e per la RAM saldata, che costringerà l'utente a pensar bene a quanta RAM gli sia necessaria sin dalla fase di configurazione (ammesso che in versione finale il terminale permetta più opzioni di scelta).

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!