Iscriviti

GoPro Max: ecco l’action camera creativa per video e audio immersivi

Da GoPro, leader mondiale delle action camera, arriva un nuovo modello - la GoPro Max - capace di riprese audio e video a 360°, migliorata nello chassis, nelle funzionalità e nella complessiva esperienza utente (anche in fase di post-produzione).

Hi-Tech
Pubblicato il 18 dicembre 2019, alle ore 22:56

Mi piace
6
0
GoPro Max: ecco l’action camera creativa per video e audio immersivi

Nonostante l’arrivo sul mercato di diversi competitor, come la cinese Insta360, GoPro – brand americano di Woodman Labs – è ancora il punto di riferimento delle action camera in generale e, nello specifico, anche di quelle per le riprese immersive. Proprio in quest’ambito, dopo il poco felice tentativo, a fine 2017 della GoPro Fusion, arriva la nuova GoPro Max, che sembra far tesoro delle passate critiche, senza dimenticare i Creators e gli amanti dei selfie video.

GoPro Max, attualmente prezzata a 529 euro, ha un corpo compattato del 20%, più leggero del 33%, con rivestimento gommato che, oltre a proteggerla da graffi e urti, le assicura un’impermeabilità sino a 5 metri di profondità: di lato è presente uno sportellino con sicura che apre su un piccolo vano dal quale si accede alla batteria, alla microSD, ed alla USB Type-C (per trasferire i dati della schedina o ricaricare la energy unit). In basso, sono presenti due piedini rinforzati che – al pari di quanto visto sulla Hero8 Black – permettono di agganciare la videocamera anche agli accessori del brand già in proprio possesso.

Le due lenti, situate sui lati opposti dello chassis, permettono – con l’avallo della stabilizzazione elettronica (HyperSmooth) e/o dell’ancoraggio dell’orizzonte (in fase di post produzione) – di realizzare video immersivi, in quasi 6K@30fps o, usando una sola lente come un una GoPro tradizionale, video a 1440p in formato 4:3 o FullHD in formato 16:9 con un framerate per secondo pari a 60 (è comunque possibile estrapolare dei video in 16:9 da quelli immersivi, usando l’apposito software per PC, giocando sulla timeline, i keyframe, ruotando e zoomando il planetoide della ripresa).

In ambito creativo, si può usare – sia durante i video normali che avvolgenti – la modalità TimeWarp che, in sostanza, ottiene dei rallenty in alcuni momenti (selezionati manualmente) onde evidenziarli: più in ottica broadcaster YouTube, la GoPro Max supporta il live streaming a 1080p e, in aggiunta, per i più narcisisti, è possibile autoriprendersi (meglio se con un selfie stick), usando la modalità di cattura audio “shotgun”, e rivedendo il tutto sul touchscreen a colori da 1.7 pollici. Le foto, realizzate con la GoPro Max, variano nella risoluzione a seconda della tipologia scelta: quelle a 360° arrivano a 16 megapixel, laddove le panoramiche (ottenute con la modalità PowerPano) si fermano a 6.2 e quelle normali a 5.5.

L’audio, infine, è affidato ai 6 microfoni con cancellazione del rumore ambientale, che permettono – tra le varie modalità – di ottenere un suono avvolgente, a 360°, o normalmente stereofonico.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Mi sono approcciato da pochissimo alle riprese ed alla foto a 360° e, in quanto novizio, rimango estasiato da questo formato, che reputo molto coinvolgente anche quando non fruito naturalmente su un visore VR: nella fattispecie della GoPro Max, qualche lacuna c'è ma, considerando i problemi risolti rispetto alla Fusion, si può parlare più che altro di compromessi cui si è giunti per mantenere il prezzo accettabile per un prodotto di livello premium.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!