Iscriviti

Google presenta i nuovi Nest Cam e Nest Doorbell per la smart home

Dopo un "involontario" auto-leak, Google ha alzato il sipario sui nuovi dispositivi hi-tech per la casa intelligente e sicura, rappresentati dalla videocamera Nest Cam e dal campanello Nest Doorbell.

Hi-Tech
Pubblicato il 6 agosto 2021, alle ore 09:53

Mi piace
4
0
Google presenta i nuovi Nest Cam e Nest Doorbell per la smart home

Dopo essersene lasciata scappare l’esistenza pubblicandone i nomi nella sezione “Connected Home” del proprio store online, Google ha presentato ufficialmente i nuovi dispositivi (già in pre-ordine, con vendita dal 24 Agosto presso le catene dell’elettronica di consumo, tipo Unieuro, o il Google Store online) per la casa sicura e smart della linea Nest, rappresentati dalla Google Nest Cam e dal Google Nest Doorbell.

La Google Nest Cam, utilizzabile anche all’aperto grazie all’impermeabilità IP54, ha una basetta magnetica (sebbene, tra gli accessori, non manchino i supporti per interni, in vendita a 34.99 euro) e una batteria, che le assicura una certa libertà d’installazione: nel caso si debbano eseguire lunghe sessioni di registrazione (settabili via app Google Home dopo aver impostato le routine Fuori o A casa) è possibile tenere collegato all’alimentazione il cavo di ricarica (da esterni, lungo 5 metri, prezzato a 34.99 euro, o da interni, lungo 10 metri, prezzato a 39.99 euro). 

Grazie al sensore da 2 megapixel predisposto per l’HDR e (via infrarossi) per la visione notturna, con campo visivo da 130° (nell’ambito del quale l’utente può settare della “zone attive” di ripresa), la Nest Cam di Google riprende a 1080p@30fps in 16:9, registrando in locale, in modalità criptata, il tutto sino a un massimo di 3 ore (mentre, per consultare i dati più a lungo, occorre il piano di backup on cloud “Nest Aware” (30 giorni) o  Aware Plus” (60 giorni: con 10 giorni di registrazione 24/h ottenibili acquistando a parte il kit che comprende anche il cavo di alimentazione). Inoltre, grazie alla presenza di microfono (con riduzione del rumore) e altoparlante per una comunicazione bidirezionale, è possibile rispondere da remoto (o far scattare risposte predefinite). 

Il sempre impermeabile (IP54) campanello Nest Doorbell ha un sensore fotografico da 1.3 megapixel, con supporto alla visione notturna, all’HDR, pronto a registrare solo quando necessario (grazie ai sensori di movimento e prossimità), secondo la risoluzione HD (960×1280 pixel) nel formato in 3:4 (sì da coprire una persona nella sua interezza e da non lasciarsi sfuggire i pacchi depositati nei 20 cm antistanti l’ingresso) secondo un campo visuale di 145° (con annesse “zone attive”): anche in questo caso, come in quello della Cam, è presente la registrazione criptata in locale sino a 3 ore, ed una batteria (oltre all’opzione per essere cablato). 

Ad accomunare la Google Nest Cam (199.99 euro) e il Google Nest Doorbell (199.99 euro) è, anche e soprattutto, la presenza di una Tensor Processing Unit, TPU, che elabora in locale le immagini, identificando animali, volti, pacchi, veicoli, senza dover spedire in remoto i dati (in omaggio alla privacy), con in più i migliorati algoritmi AI che, ora, inviano all’app Google Home solo le notifiche davvero pertinenti, e non anche quelle generate da eventuali falsi allarmi. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - La presenza della batteria indubbiamente è utile per assicurare una maggior libertà di funzionamento a questi nuovi prodotti: tuttavia, non va sottovalutato il fatto che le elaborazioni ora avvengano in locale e ciò può essere utile sia per la privacy che per il non dover sostenere, necessariamente, anche un abbonamento Nest Aware.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!