Iscriviti

Getac V110, convertibile rugged con Intel di settima generazione, 4G, e tanta sicurezza

La taiwanese Getac non ha perso tempo per fronteggiare le continue proposte della rivale Panasonic, e ha annunciato un aggiornamento del convertibile rugged "Getac V110", ora ancora più sicuro, versatile, e potente, con processori Intel di settima generazione.

Hi-Tech
Pubblicato il 2 aprile 2018, alle ore 14:16

Mi piace
4
0
Getac V110, convertibile rugged con Intel di settima generazione, 4G, e tanta sicurezza

La taiwanese Getac, la principale rivale della nipponica Panasonic nella realizzazione di notebook e tablet corazzati (rugged) ad uso professionale per situazioni lavorative estreme, ha aggiornato il suo convertibile di punta, il Getac V110 che, nella sua nuova emanazione prossima a giungere sul mercato, risulta essere ancora più versatile e potente. 

Il Getac V110 del 2018 ha una struttura ad angoli rinforzati, con la resistenza ad acqua e polvere, al versamento di liquidi, a cadute da 1.5 metri d’altezza, e la capacità di reggere a forti sbalzi termici (-21 e + 60°) che gli derivano dall’ottenimento delle certificazioni IP65, e dal superamento dei test militari MIL-STD 461G e MIL-STD 810G.

A dominare l’area multimediale del device interviene un display widescreen da 11.6 pollici, con tecnologia Lumibond 2.0 che, fondendo assieme LCD, touch, e vetro, offre colori vividi e testi leggibili anche sotto la luce del sole, ed un’ottima sensibilità al tocco che può tornare utile per l’uso sotto la pioggia, con le mani guantate, con una stilo a punta rigida (per prendere appunti sulle mappe, o note e disegni vari) od, opzionalmente, con un digitalizzatore per l’impiego delle stilo capacitive. La fotocamera posteriore arriva a 8 megapixel ed è idonea a riprendere gli elementi da riparare, effettuare le letture dei contatori, o misurare aree e distanze. 

La maggiore potenza di calcolo è giunta in dote al nuovo Getac V110 grazie all’introduzione di processori Intel Core I5 ed I7 di 7° generazione (Kaby Lake) abbinati a schede grafiche Intel HD Graphics 620, capaci di supportare – con un buon frame rate – anche le riproduzioni 3D: lo storage SSD è crittografato dallo standard Opal 2.0 ma, in ambito sicurezza, sono davvero tante le soluzioni predisposte.

Il nuovo 2-in-1 rugged Getac V110 può implementare un lettore di smart card o un modulo NFC (per l’autenticazione via trasmissione di radio frequenza), e – di base – dispone sia dell’autenticazione Intel che di quella Microsoft (Hello, tramite lo scanner per le impronte o la fotocamera IR opzionale): non manca il Trusted Platform Module 2.0 per proteggere l’avvio del sistema Windows, il BitLocker per tutelare le fasi di inutilizzo, e la sicurezza endpoint “Absolute DDS”. 

L’operatività continuata è garantita, oltre che da 3 anni di garanzia contro danni e guasti (anche sulla tastiera full-size), anche dalla possibilità di utilizzare due batterie con sostituzione di una delle due in hot swap, e dalla presenza di un modem 4G con antenna WWAN, che fa pendant con il Wi-Fi ac ed un GPS con doppia ricerca: in ogni caso, grazie all’esclusivo “Tri Pass Through“, può essere saldamente agganciato al veicolo, in modo da sfruttare il le antenne per il WLAN ed il GPS high-gain WWAN posizionate sul tettuccio di quest’ultimo. Dulcis in fundo, sempre in tema di connettività, la presenza – tra le altre – anche di una porta USB 3.0 con supporto al PowerShare in modo da poter ricaricare altri dispositivi collegati via cavo al Getac V110. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Devo dire che il Getac V110 è davvero un serio concorrente per il più noto brand Panasonic: al convertibile in oggetto, capace di essere utilizzato come tablet e notebook, non manca davvero nulla per essere usato in determinati contesti professionali. La resistenza, la versatilità, e l'ottima connettività si sposano ad un display ben leggibile e sensibile, con una potenza di calcolo più che adeguata ed efficiente energeticamente.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!