Iscriviti

Ecco i 5 Trend di Sicurezza Informatica per il 2019

Proteggere i propri dati e la propria privacy sul web è sempre più importante. Ecco i trend in merito in questo 2019

Hi-Tech
Pubblicato il 26 settembre 2019, alle ore 09:44

Mi piace
1
0
Ecco i 5 Trend di Sicurezza Informatica per il 2019

Man mano che la tecnologia digitale avanza, la cyber sicurezza e i cyber attacchi assomigliano sempre più a King Kong e Godzilla: uno scontro di titani senza un chiaro vincitore. Mentre il 2019 scorre velocemente, si sviluppano i nuovi trend di sicurezza informatica, che mira a spegnere i focolai di minaccia non appena individuati, sta sempre al passo con i cambiamenti delle normative e fa del suo meglio per proteggere le parti più importanti del tuo sistema. Ecco uno sguardo più approfondito ai temi della sicurezza informatica di tendenza nel 2019.

Proteggere l’Internet degli Oggetti (IoT)

Entro il 2020, secondo le stime degli esperti, 65 miliardi di dispositivi, dai semplici sensori degli elettrodomestici ai processori che alimentano le auto senza conducente, saranno collegati a Internet. I primissimi esemplari di questi dispositivi furono realizzati senza prestare molta attenzione alla sicurezza, un errore madornale sfruttato più di una volta dagli hacker. L’implementazione di nuovi firmware per i dispositivi IoT procede a rilento, ma è assolutamente necessaria per proteggere i dati personali ed evitare che i sensori IoT e le reti siano utilizzati per scopi malevoli.

Proteggere le Identità

Le password non sono più sufficienti per impedire ai criminali informatici più pericolosi d’introdursi nei sistemi personali e aziendali. Talvolta sono troppo semplici, mentre altre volte vengono smarrite o lasciate incustodite. L’autenticazione a due fattori, che si tratti di un codice inviato al tuo smartphone o di una chiavetta che ti fornisce un codice d’accesso che scade dopo 2 minuti, dovrebbe essere utilizzata per proteggere tutti i punti di accesso. I sistemi di riconoscimento biometrico sono la rivoluzione tecnologica che si profila all’orizzonte in sostituzione delle password, in quanto le caratteristiche fisiche, essendo uniche, in teoria sono impossibili da riprodurre.

Ambienti Cloud/Ibridi

La sicurezza era un incubo per i provider di servizi cloud agli albori di questo settore, ma è migliorata notevolmente. Il problema che resta è duplice: i provider cloud di dimensioni più piccole non possono competere con i pezzi grossi sotto il profilo degli investimenti sulla sicurezza. D’altro canto, i provider più grandi, essendo stracolmi di dati personali e aziendali, sono il target principale dei gruppi di criminali informatici.

Analitica/Automazione

Siccome l’intelligenza artificiale (AI) sta assumendo un ruolo sempre più importante nella nostra vita quotidiana, verrà applicata anche alla cybersecurity che farà un salto di qualità per quanto riguarda la lotta ai crimini informatici. L’intelligenza artificiale agisce con una rapidità tale da eguagliare quella di malware e altri pericoli in agguato. Può anche elaborare database impressionanti in grado di rilevare i pattern e di interpretare il significato di applicazioni non autorizzate che cercano d’introdursi in una rete o in un sistema. Le capacità di problem-solving delle difese supportate dall’intelligenza artificiale sono davvero sorprendenti, perché intervengono contro malware nuovi ed esistenti. L’offerta vale per Linux, Mac, Windows e per qualsiasi altro sistema operativo in uso.

Coinvolgimento del Governo

Il Regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR) dell’Unione Europea ha inaugurato una nuova era per quanto riguarda il coinvolgimento del Governo nella protezione dei dati e nella sicurezza informatica, un’iniziativa attesa da molto tempo. A quanto pare la Cina sta lavorando su un modello simile e anche gli Stati Uniti, sebbene sembra che i suoi singoli Governi statali siano più avanti rispetto a Washington D.C. Cosa significa questo per il settore della sicurezza informatica? Probabilmente ingenti somme di denaro, perché la maggior parte degli operatori del settore dovrà modificare le procedure operative standard per adeguarsi alle norme governative future.

Video interessanti:
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!