Iscriviti

Denon fa il suo esordio tra gli auricolari true wireless con due modelli (anche con ANC)

Molto simili esteticamente, i primi auricolari senza fili di Denon si differenziano per la presenza nel top gamma dell'ANC, del Google Fast Pair e di uno stand-by smart, oltre che di driver ovoidali più grandi.

Hi-Tech
Pubblicato il 17 novembre 2021, alle ore 00:17

Mi piace
1
0
Denon fa il suo esordio tra gli auricolari true wireless con due modelli (anche con ANC)

Dopo un piccolo soft launch nel natio Giappone a Settembre, il marchio nipponico Denon ha fatto il suo ingresso (global) nel mondo degli auricolari true wireless con due modelli, noti come AH-C630W Denon Wireless Earbuds (99 euro) e AH-C830NCW Denon Noise Cancelling Earbuds (159 euro).

Impermeabili agli schizzi d’acqua ed al sudore (IPX4), redatti in bianco o nero, ambedue gli auricolari in-ear in questione hanno una forma studiata (via stanghetta) per rimanere ancorati alle orecchie, senza pericolo di caduta, frutto dall’analisi del condotto uditivo delle persone: la calzata comoda è comunque assicurata dai gommini siliconici in 3 differenti misure (grande, piccola, media). Il modello base, C630 (22 x 23 x 35 mm per 4.7 grammi a unità) ha un trasduttore dinamico da 10x10 mm, calibrato dai tecnici di Denon per l’audio Hi-Fi, e supporta il Bluetooth 5.0 LE con codec SBC.

Dotati di comandi touch per gestire chiamate, musica, ed assistente vocale, vantano un’autonomia di 4.5 ore, che arriva a un totale di 18 (ottenendo quindi 3 ricariche) mediante la custodia (58 x 30 x 46 mm, per 43 grammi) caricabile via microUSB Type-C. 

Il modello di punta, C830, conserva sempre i comandi touch e come quello base non ha una companion app: ospitano driver dinamici da 11x10 mm che, rispetto a quanto visto nel compagno di annuncio, hanno una forma ovale tal che, sfruttando lo spazio ellittico dell’alloggiamento, riescono a conferire – a confronto – maggior profondità nei bassi. Il Bluetooth 5.0 qui supporta anche il codec AAC ed è presente l’accoppiamento rapido con i device Android (Fast Pair di Google): l’elemento principale di questo modello, come da denominazione, è il supporto alla cancellazione attiva del rumore (con tanto di modalità trasparenza attivabile via tocco) mediante 2 dei 3 microfoni presenti su ogni unità, col terzo deputato a mantener le voci chiare negli ambienti rumorosi.

Anche grazie alla funzione che mette in pausa la musica quando le due unità vengono tolte dalle orecchie, nel primo modello si arriva a 4.8 ore di autonomia con l’ANC acceso, per un totale di 19 ore con la custodia: nel secondo modello, spegnendo l’ANC, l’autonomia degli auricolari sale a 6 ore, per un totale di 24 ore avvalendosi della custodia. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - La forma non è particolarmente originale, ma va detto che il prezzo dipende molto dalla qualità sonora che è in grado di mettere in campo il brand Denon la cui storia è più che centenaria. Certo, pesa un po' il fatto che non figuri una companion app visto che tale scelta è stata fatta per abbassare i costi, puntando tutto sulla bontà del sound.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!