Iscriviti

Dal MWC 2019 di Shanghai ecco il nuovo box multimediale ZTE con 5G e supporto all’8K

Anche il colosso cinese della tecnologia e della connettività, ZTE, ha annunciato un prodotto compatibile con la connettività 5G, in veste di box multimediale, forse Android, con supporto alla codifica video in risoluzione 8K e controlli vocali al seguito.

Hi-Tech
Pubblicato il 1 luglio 2019, alle ore 10:09

Mi piace
8
0
Dal MWC 2019 di Shanghai ecco il nuovo box multimediale ZTE con 5G e supporto all’8K

Nel corso dell’appena conclusosi MWC 2019 di Shangahi, oltre ad Oppo che si è distinta per una selfiecamera in-display, ed a Vivo che ha presentato un visore VR proprietario oltre a una ricarica ultraveloce da 120W, anche la cinese ZTE è stata protagonista dell’importante fiera asiatica dell’elettronica, per lo più incentrata sugli annunci in ambito 5G e IoT, vista la presentazione di un nuovo set-top-box con supporto alle reti mobili di ultima generazione, ed alla risoluzione 8K.

Il nuovo box ZTE ha un aspetto perfettamente quadrangolare, con una silhouette elegantemente nera sul cui tettuccio campeggia il logo aziendale mentre, sul davanti, è presente un LED di accensione: secondo i dettagli forniti dal costruttore, a motorizzare questo gadget – volto a smartizzare le TV tradizionali ancora presenti nelle case – concorre un processore quadcore (con2 GHz di clock massimo) costruito con un processo produttivo a 12 nanometri e con architettura a 64 bit, in grado di riprodurre un elevato numero di calcoli ed operazioni a supporto dell’intelligenza artificiale

In conseguenza di ciò, ed in attesa di ricevere maggiori dettagli sulle pezzature mnemoniche, il box ZTE gestisce la codifica video con risoluzione 8K, per streaming ad elevatissima qualità, stante anche il supporto alla rete 5G, grazie all’implementazione della piattaforma multi-modulare IT BBU (con copertura dal 2 al 5G).

Tra le altre feature del nuovo box multimediale di ZTE, presumibilmente basato su Android come i predecessori, e fortemente accreditato di una commercializzazione limitata al territorio cinese, rientra anche la possibilità di controllarne le funzioni a distanza, ricorrendo ai comandi vocali imposti all’assistente AI dell’accessorio, grazie al microfono del telecomando. 

Ad oggi, una delle poche certezze del nuovo set-top-box multimediale ZTE, annunciato nelle ultime battute del MWC 2019 di Shanghai, è quella relativa al prezzo: benché gadget domotici simili siano offerti solitamente a prezzi contenuti ed accessibili, è lecito pensare che tale prodotto, per quanto anticipato sino ad ora, possa essere proposto ad un listino consigliato piuttosto alto

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Non è che le aziende presenti al MWC 2019 di Shanghai si siano proprio sprecate in dettagli. Più che altro, questa edizione della fiera è stata sfruttata per illustrare l'ampliamento dei relativi portafogli hardware in grado di supportare la connessione 5G. Esattamente come fatto da ZTE, molto attiva nello sviluppare reti di connessione, che ha illustrato appunto un box in grado di sfruttare le nuove vette di velocità della connessione post 4G.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!