Iscriviti

Da Harman e Kardon l’esclusivo impianto audio wireless Radiance 2400

Secondo quanto comunicato da Harman e Kardon, manca circa un mese all'esordio sul mercato del nuovo Radiance 2400 un impianto audio wireless con due diffusori, un hub centrale e un subwoofer, predisposto per Chromecast e Airplay.

Hi-Tech
Pubblicato il 8 settembre 2021, alle ore 01:54

Mi piace
1
0
Da Harman e Kardon l’esclusivo impianto audio wireless Radiance 2400

Dopo la breve comparsata al CES 2021, è stato alfine svelato con una certa compiutezza di dettagli il nuovo impianto audio smart della multinazionale del suono, Harman Kardon (controllata da Samsung), rappresentato dal Radiance 2400.

Il nuovo prodotto, disponibile dal prossimo Ottobre per una cifra da veri intenditori, 3.999 euro, esibisce due curiosi diffusori verticali, alti 1.80 metri, larghi 5.1 cm, spessi 5.8 cm, al cui interno si trovano 24 minuscoli speaker da 32 mm cadauno che, grazie alla tecnologia professionale nota come “Constant Beamwidth Technology“, espandono il punto ideale d’ascolto (sweet spot), finendo col coinvolgere anche chi fosse fermo ad ascoltare in una posizione molto defilata.

La base, atta a garantire l’equilibrio ai due “matitoni” (o torrioni) in questione, comprende l’hardware d’amplificazione digitale i cui effetti di distorsione sono attenuati dalla tecnologia proprietaria Digital Loop Amplifier, e il necessario alla connessione wireless.

Quest’ultima evita che i due diffusori (a cui è necessario connettere solo l’alimentazione) siano connessi fisicamente all’hub centrale che, provvisto di un piccolo schermo LCD sensibile al tocco per il controllo, in alternativa al telecomando Bluetooth, annovera l’hardware per offrire il supporto ad AirPlay ed a Chromecast (per il casting dei contenuti da device Apple o Android-Windows), quello per la connettività senza fili Wi-Fi e Bluetooth, e le porte dell’intero apparato.

Nel caso specifico del Radiance 2400, si parla di un jack da 3.5 mm, una microUSB (es. per aggiornare le funzioni o altre mansioni di servizio), una Ethernet per la LAN, un ingresso digitale ottico, e un poker di HDMI (magari per connettere consolle, TV, lettori Blu-Ray, etc) di cui uno con un canale audio di ritorno (meglio noto come ARC). A chiudere il quadro tecnico comunicato dal costruttore, in assenza di specifiche sui formati supportati, comunque “ad alta risoluzione“, concorre infine il subwoofer da 25.4 cm, per le frequenze medio-basse, ospitante un cono da 10 pollici, presieduto da un amplificatore la cui potenza è da 200 W.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Mamma mia che prezzone! Indubbiamente quest'impianto audio è suggestivo e sembra fatto per mimetizzarsi bene nell'arredamento, magari nascondendo in qualche incavo i due torrioni che, però, riusciranno a raggiungere con i loro suoni l'utente ovunque esso si trovi. Ottime le funzionalità e le porte sull'hub centrale, ma fanno la loro figura anche la potenza del subwoofer e i vari modi per controllare l'impianto nel suo insieme.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!