Iscriviti

Casio annuncia due wearable G-Shock per il tracking basico dei runners

Rivolti a chi ama la corsa ma non necessità di tutte le metriche messe a disposizione da un Polar o un Garmin, i due nuovi fitness tracker di Casio, della gamma G-Shock e della serie Vitality Energy, sbarcano su strada in tempo per i regali di Natale.

Hi-Tech
Pubblicato il 10 dicembre 2021, alle ore 13:32

Mi piace
1
0
Casio annuncia due wearable G-Shock per il tracking basico dei runners

Un po’ a sorpresa, sebbene con perfetto tempismo in vista dei prossimi regali natalizi, l’azienda nipponica Casio ha annunciato una coppia di orologi semi smart del resistente tipo G-Shock, rivolti ai corridori che hanno necessità di monitorare molto generalmente le proprie prestazioni, senza l’ansia del dover rosicchiare secondi di corsa in corsa, o del dover sapere quando strategicamente idratarsi o concedersi una pausa per il recupero.

Accomunati da diversi elementi, i G-Squad GBD-200SM e G-Squad GBA-900, inseriti da Casio nella serie Vital Energy, hanno strutture resistenti agli urti grazie a un sistema protettivo a nucleo cavo e impermeabili sino a 200 metri, tal da resistere nel caso di un’improvvisa voglia di nuoto: i cinturini sono in silicone traspirante, ventilati grazie ai fori.

In cima, i Casio G-Squad GBD-200SM e G-Squad GBA-900 hanno display LCD monocromatici al di sotto dei quali non integrano il GPS: per tracciare i progressi nelle camminate o nelle corse si affidano al GPS dello smartphone associato (con conseguente impatto positivo anche sul listino) anche se, volendo lasciare il telefono a casa, e rinunciando a un po’ di precisione, ci si può accontentare della stima delle distanze ottenuta con l’accelerometro di bordo.

Grazie a tali scelte, i nuovi Casio G-Shock, provvisti di batterie non ricaricabili, da queste ultime riescono a tirar fuori anche due anni di operatività quanto ad autonomia: sempre in tema di elementi comuni, si ravvisa la connessione con l’app mobile G-Shock Move dove, esclusivamente in tema di running, si potranno fissare dei piani di allenamento, settare degli obiettivi quanto a distanza di corsa, passi, distanza in generale, o grazie alla quale ci si potrà limitare a controllare le risultanze in merito a tempi e distanze.

A distinguere i due nuovi semi smartwatch G-Shock di Casio concorrono diversi elementi estetici: il G-Squad GBD-200SM ha una forma esagonale, tipica dei cronografi digitali anni ’80 del marchio, e risulta cadenzato nelle colorazioni nero o traslucido, con ambedue i casi che vedono protagonisti degli accenti verdi.

Nel caso del G-Squad GBA-900, invece, si ha una forma rotondeggiante mentre, in tema di nuance, assente quella traslucida, ci si può orientare tra un’enclousure arancione e un’altra verde.

Capitolo distribuzione. Secondo quanto comunicato dal costruttore e riportato da TechRadar, il wearable GBD-200SM è attualmente listato alla cifra di 139 sterline, pari a pressappoco 163 euro nostrani: il compagno d’annuncio, il G-Squad GBA-900, invece, è prezzato a 119 sterline, corrispondenti a circa 139 euro.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Visti come cronografi ibridi per i runners che semplicemente devono tenersi in forma, direi che i G-Shock di Casio appena rendicontati non sono male: hanno un'autonomia prodigiosa e, complessivamente, aiutano a tener traccia di metriche essenziali come distanza, passi, e tempi per camminata e corsa. La resistenza e il tocco vintage della gamma G-Shock ci sono tutti e valgono la spesa.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!