Iscriviti

Avita Essential e Avita Liber V14: ufficiali i nuovi notebook low cost con Windows 10

Direttamente da Hong Kong arriva l'annuncio di una nuova coppia di laptop low cost, per il target consumer che, realizzati da Avita in veste di Essential e Liber V14, offrono buone prestazioni per gli impieghi nella didattica a distanza e nel lavoro da remoto.

Hi-Tech
Pubblicato il 9 novembre 2020, alle ore 02:10

Mi piace
4
0
Avita Essential e Avita Liber V14: ufficiali i nuovi notebook low cost con Windows 10

Le rinnovate esigenze di smart working, e home schooling, stanno imponendo, a chi ne fosse sprovvisto, di dotarsi degli opportuni supporti informatici, tra i quali è possibile annoverare (inizialmente in India), con buone performance, e senza eccessivi esborsi, anche i nuovi notebook Avita Essential e Avita Liber V14, da poco annunciati da un emergente brand hongkonghese (controllato da Nexstgo).

Avita Essential (su Amazon, a 17.990 rupie, circa 205 euro) esibisce un elegante chassis in alluminio (321x 225 x 20 mm, per 1,377 kg di peso, nelle colorazioni nero opaco, grigio cemento, e bianco opaco), rivestito con tessuto nel retroschermo e sul poggiapolsi: pur molto esile, propone – intelligentemente, sul retro, lasciato scoperto dalla cerniera – un lettore di schede SD, un combo jack da 3.5 mm, una microHDMI, e due porte USB 3.0 Type-A, ma non il lettore ottico. Ovviamente, non manca l’ingresso per l’alimentazione, con cui rabboccare la batteria, da 4.830 mAh, sufficiente per arrivare a oltre 6 ore di operatività. 

Il display IPS, da 14 pollici, FullHD e con trattamento anti-riflesso, è sormontato da una webcam da 2 megapixel che, in coppia con due speaker stereo da 0.8W cadauno, assicura un buon ambiente multimediale per le videolezioni o i meeting online: connesso ad internet mediante il Wi-Fi ac, con un eventuale mouse senza fili gestito via Bluetooth 4.0, il notebook Avita Essential propone un processore (da 1.1 a 2.6 GHz) Intel Celeron, l’onnipresente N4000, con la scheda grafica integrata Intel UHD Graphics 600: la RAM (DDR4) arriva a 4 GB, mentre lo storage, SSD, da 128 GB, assicura una pronta reattività, al sistema operativo, Windows 10, in versione (gratuitamente sbloccabile) in S Edition

Ancora più esile (317.5 x 215.9 x 18.8 mm, per 1.25 kg, nelle colorazioni Angel Blue, Cloud Silver, Pearl White, Blossom Pink, Matt Black, Fragrant Lilac, Space Grey), un vero ultrabook, risulta essere il molto sicuro (lettore d’impronte) e versatile (tastiera retroilluminata) Avita Liber V14: il display è un IPS FullHD da 14 pollici (16:9) con anti-riflesso e screen-to-body all’ 78,2% ma, a parte questo dettaglio similare al modello poc’anzi rendicontato, la scheda tecnica è notevolmente superiore: il processore può essere (oltre a un i5-10210U) anche un Intel i7 di 10a generazione (10510U) o un AMD fino al Ryzen 7 3700U (partendo da un Ryzen 5 3500U), con GPU Intel UHD 620 nel primo caso, o Radeon Vega 8 / Radeon RX Vega 10 optando per l’APU AMD, affiancato da 8 GB di RAM (DDR4 2400MHz): lo storage, sempre SSD (M.2), espandibile via microSD, va da 512 GB a 1 TB di capienza

Ai lati del corpo macchina, che comprende anche il modem per il Wi-Fi ac e il Bluetooth 4.2, oltre a due speaker da 1W cadauno, l’Avita Liber V14 (62.990 rupie, o 333 euro), idoneo anche per videochiamate grazie al microfono e alla webcam 1 da megapixel (quest’ultima suggestivamente posizionata in un predellino utilizzabile anche per spalancare il device con una mano sola), ospita una microHDMI, un jack da 3.5 mm, e diverse USB (anche 3.0, con Power Delivery e uscita video). Animato da Windows 10 Home, l’ultrabook Avita promette sino a 10 ore di autonomia, grazie alla batteria, da 4.830mAh, caricabile (a 7.6V) via ingresso apposito. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Circa 200 euro per un portatile son davvero poca roba, anche se il processore Intel Celeron 4100 pone di fronte a troppi compromessi, benché - per meeting, e videolezioni - il terminale vada più che bene, come pure per gestire la posta, i documenti, e navigare in internet. Va decisamente molto meglio col secondo notebook che, pur meno elegante in quanto privo del rivestimento in tessuto, basa molto più alla sostanza, risultando soddisfacente sotto ogni punto di vista.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!