Iscriviti

AlphaTheta presenta le nuove cuffie HDJ-CUE1, cablate e non, della serie Pioneer DJ

Da oggi, i DJ e chi mixa musica hanno un nuovo alleato nelle cuffie Pioneer DJ "HDJ-CUE1", personalizzabili nell'aspetto, resistenti, in versione cablata o ibrida Bluetooth, ma soprattutto provviste di driver dinamici professionali.

Hi-Tech
Pubblicato il 25 agosto 2020, alle ore 09:18

Mi piace
7
0
AlphaTheta presenta le nuove cuffie HDJ-CUE1, cablate e non, della serie Pioneer DJ

Il brand giapponese AlphaTheta, controllante del marchio Pioneer DJ, specializzato in consolle, software, cuffie e mixer per DJ, ha annunciato le nuove cuffie HDJ-CUE1, adatte ai professionisti del suono, ma più accessibili delle premium HDJ-X5, da cui pure mutuano qualche caratteristica chiave.

Le cuffie Pioneer HDJ-CUE1 adottano una struttura ad archetto flessibile rivestito da una comoda imbottitura, con i padiglioni over-ear che possono essere piegati verso l’interno, per un pratico trasporto, o ruotati, in modo che il DJ possa ascoltare da un solo orecchio, nel mentre l’altro padiglione viene ruotato all’indietro (o, più semplicemente, nel tenerle al collo). All’interno, custodiscono driver dinamici da 40 mm, con 32 ohm di impedenza, una risposta in frequenza da 5 Hz a 30.000 Hz, ed una sensibilità di 104 decibel, particolarmente adatti ad esaltare i bassi ed a funzionare con le casse dei diffusori

Il modello HDJ-CUE1 (69 euro) è redatto nella colorazione nera con finitura in tono (argento scuro), mentre la versione HDJ-CUE1BT (99 euro), dotata di Bluetooth 5.0 (con codec SBC, AAC), è presente nei colori bianco, rosso, e nero, con finitura opaca: sempre ad appannaggio di quest’ultima variante risulta la capacità, in tandem con lo smartphone ed il proprio microfono invisibile, di gestire le telefonate ed il volume, giostrandosi con un pulsante fisico.

Di base, in questo caso, l’autonomia è di 30 ore, con 2.5 ore necessarie alla ricarica (via USB), ma è possibile ottenere un uso ininterrotto collegandovi un cavo estensibile (da 1.2 a 1.8 metri) a spirale con ingresso a L, trasformandole in un comune modello cablato. 

Modaiole e resistenti, visto il contesto d’uso, le cuffie Pioneer, sia nel modello cablato HDJ-CUE1 che in quello convertibile HDJ-CUE1BT con Bluetooth, possono essere personalizzate, comprando a parte il kit HC-CP08, comprensivo (anche) di 5 ulteriori cuscinetti per padiglioni, colorati (nelle nuance giallo, arancione, rosa, blu, verde) e intercambiabili con quelli di default.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - A livello strutturale, sembrano ben costruite, comode e durevoli: trovo simpatico che se ne possa variare l'aspetto cambiando i cuscinetti dei padiglioni, in modo anche da allungarne la durata in caso di usura. La qualità sonora, derivata dall'esperienza Pioneer, dovrebbe essere buona, sebbene per una valutazione mirata occorrerebbe testare le cuffie premium da cui mutuano i driver. Decisamente, come prodotto entry level per i DJ, le nuove cuffie Pioneer DJ possono giocarsi le loro carte con merito.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!