Iscriviti

Albohes V9 e Zotac ZBOX Pico PI225-GK: due nuovi miniPC compatti, silenziosi, efficienti

Continua la crescita dei mini computer, con il recente arrivo - dalla Cina - dell'Albohes V9 e dello Zotac ZBOX Pico PI225-GK, accomunati da ingombri lillipuziani, buone prestazioni, silenziosità, e consumi energetici molto contenuti.

Hi-Tech
Pubblicato il 2 gennaio 2019, alle ore 13:41

Mi piace
9
0
Albohes V9 e Zotac ZBOX Pico PI225-GK: due nuovi miniPC compatti, silenziosi, efficienti

Continua la diffusione, nelle case ma anche negli uffici, dei mini-computer, preferiti per la loro capacità di offrire una buona operatività di base conciliata con consumi molto bassi, una discreta silenziosità, ed un ingombro davvero ridotto: il tutto, spesso all’interno di box eleganti posizionabili un po’ ovunque (anche agganciati a una parete, o dietro un monitor). Ecco le proposte delle asiatiche Albohes e Zotac

Qualche mese fa, la cinese Albohes – per lo più incentrata su gadget smart per la casa – fece la sua incursione del mondo informatico col mini-computer Albohes V9, animato da Windows 10: quest’ultimo, prezzato a 155.26 euro, ha un aspetto da set-top-box, sebbene in realtà sia più un silenzioso (dissipazione passiva) HTPC (home theater pc).

All’esterno, sono posizionate 3 porte USB 3.0, un’uscita HDMI 1.4 per display fino a 4k@30fps, un jack audio, ed una VGA: le connessioni, invece, sono affidate all’ingresso per la Ethernet Lan (da 1000 Mbps), ed al modulo per il Wi-Fi ac dual band ed il Bluetooth 4.0. In termini di calcolo, 4 GB di RAM (LPDDR3) sono messi al servizio di un risparmioso (24W di consumo energetico) processore quad-core (1.1 che diventano 2.2 GHz in Turno Boost) Intel Celeron N3450 e della sua scheda grafica integrata Intel HD Graphics 500 (da 700 MHz): lo storage (eMMC), settato a 64 GB, è espandibile via SD card. 

A tale miniPC, la sempre cinese (ma con sede a Macao) Zotac, vera specialista in computer lillipuziani, ha appena anteposto il peso piuma Zotac ZBOX Pico PI 225-GK, già intravvisto in passato seppur con un numero di serie differente: in questo caso, all’interno di un box grande quanto un hard disk a stato solido da 2 pollici e mezzo (95.4 x 63 x 8 mm), il costruttore ha alloggiato un efficiente (6W di consumo energetico) dual core (1.1 GHz) Intel Celeron N4000, della generazione Gemini Lake, spesso usato in caso di segnaletica digitale, chioschi smart, e media-center, abbinato a una scheda grafica – l’integrata Intel UHD 600 – abilitata alla gestione di video in 4K. La RAM (LPDDR4) ammonta a 4 GB, mentre lo storage – espandibile via microSD – si ferma a 32 GB (eMMC), sufficienti per Windows 10 e le sue app, ma non per stoccare importanti video, risultando più adatto all’intrattenimento da streaming online (via Wi-Fi ac).

Le porte sono una microUSB per l’alimentazione, e due porte USB 3.1 con Type-C, che possono essere usate per connettere hard disk esterni (lo scambio dati può comunque avvenire anche grazie al Bluetooth 5.0), o display (anche ricorrendo all’adattatore verso HDMI), per ricaricare altri dispositivi, o per connettere una tastiera. Per il prezzo, comprensivo anche di una staffa di montaggio con viti, dello Zotac ZBOX Pico PI 225-GK, si parla di 229 dollari.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Devo dire che i due mini computer visti in sede di articolo sono davvero molto compatti e, specie nel secondo caso, impressionanti anche nel caso dei consumi energetici ridotti: per un ufficio che si limitasse, per esempio, a sfruttare gli strumenti del web, un set di compact pc simili sarebbe l'ideale, anche tenuto conto dei risicatissimi prezzi dell'Albohes V9, e dello Zorac ZBOX Pico PI225-GK.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!