Iscriviti

Acer Revo Cube, il miniPC da salotto che ben figura anche in ufficio

Il colosso della tecnologia taiwanese ha annunciato il nuovo computer ultracompatto, con Windows 10, animato da processori più potenti, con un case versatile che ne consente diversi usi e collocazioni, sempre con un innegabile tocco di classe.

Hi-Tech
Pubblicato il 10 aprile 2018, alle ore 11:40

Mi piace
8
0
Acer Revo Cube, il miniPC da salotto che ben figura anche in ufficio

Il colosso della tecnologia taiwanese, Acer, ha aggiornato la sempre più popolare gamma di computer ultracompatti Revo Cube, nata nel 2016 per offrire doti computazionali bastevoli alla maggioranza degli usi comuni, in un ingombro idoneo a consentirne la collocazione ove vi sia mancanza di spazio per i generosi case dei normali personal computer Desktop.

Il nuovo Acer Revo Cube ha una base di 12×12 cm, ed un’altezza di 6.7 cm, dimensioni che ne consentono una volumetria pari a 1 litro, all’interno della quale, con un design affinato tanto per il contesto del salotto quanto per quello dell’ufficio, è stato collocato un hardware migliorato, in particolar modo a livello di performance logiche.

Secondo quanto comunicato dall’azienda, i processori Intel possono arrivare sino alla configurazione massima che prevede l’adozione di un Core i5: la RAM (DDR4L) prevede diverse opzioni, che culminano con l’ammontare massimo di 32 GB, mentre lo storage può favorire velocità o ampiezza d’archiviazione. Nel primo caso, si può preferire un SSD (memoria a stato solido, senza parti meccaniche in movimento) sino a 256 GB, mentre nel secondo caso l’hard disk meccanico può arrivare sino alla pezzatura di 2 TB (2.000 GB). Le connettività supportate sono il Wi-Fi ac (senza fili) e l’Ethernet Lan (cablata, grazie all’uscita RJ-45 posta sul retro). 

Animato da Windows 10, il nuovo Acer Revo Cube dimostra la sua versatilità in base ad alcune soluzioni collocate lungo le sue pareti esterne. Su quella posteriore, le porte HDMI e DisplayPort consentono di connettere 2 display in simultanea, mentre le 4 porte USB 3.1 di 2° generazione, permettono di espandere storage, e connettere tastiera e mouse cablati. Il “tettuccio” del case, invece, ospita una piattaforma Qi per la ricarica wireless dello smartphone che vi dovesse esser poggiato sopra: qualora, però, si volesse nascondere tale PC (comunque discreto), sarà possibile agganciarlo direttamente dietro il monitor, in virtù dei connettori VESA. 

L’Acer Revo Cube è stato già reso disponibile al commercio, anche nel mercato italiano, con un prezzo che – per la configurazione base – parte da 279 euro (iva inclusa). 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - L'Acer Revo Cube testè illustrato offre soluzioni di calcolo che, anche nella versione base, permettono di ottenere valute opzioni di media center domestico, o per la produttività da ufficio. L'eleganza del case, e la sua già citata versatilità, ne permettono la collocazione ovunque, senza sfigurare. Più che accettabile il prezzo base.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!