Iscriviti

"The Division 2: Warlords of New York", caccia all’uomo nella Grande Mela con tanta azione

"The Division 2: Warlords of New York" porta l'azione nella Grande Mela, per una caccia all'uomo frenetica, con livelli di gioco molto interessanti e missioni che lasciano talvolta il tempo che trovano.

Games
Pubblicato il 16 marzo 2020, alle ore 16:32

Mi piace
6
0
"The Division 2: Warlords of New York", caccia all’uomo nella Grande Mela con tanta azione

The Division 2: Warlords of New York” è la principale espansione di “The Division 2”, lo sparattutto in cui la prima regola è colpire mentre si sta il più possibile coperti (genere cover shooter) e compiendo un’azione di squadra rapida e letale. Il gioco è disponibile per le piattaforme Xbox One, PlayStation 4, PC e Stadia, dal 3 marzo 2020 e con scenari ed azioni che comportano notevoli miglioramenti rispetto alle lacune del titolo principale.

In uno scenario realizzato con grande attenzione alle vie e dei palazzi newyorkesi, trova posto l’azione per conquistare, strada dopo strada, un avanzamento reso complicato dalle bande di criminali che si sono impossessati della città a stelle e strisce, i Rikers ed i Purificatori, pronti a colpire con i loro uomini assetati di sangue. L’azione si svolge in uno scenario primaverile-estivo, dopo il lungo inverno della campagna principale di “The Division 2”.

La trama si distende, in maniera positiva, su missioni che implicano la sconfitta di ognuno dei Warlord, i capi delle bande criminali della città, con una formula che è però già stata proposta nella prima campagna, senza alcuna variazione: quattro boss da sconfiggere per arrivare ad affrontare quello finale. Oltretutto, molte delle missioni messe a disposizione del giocatore sono ripetitive e rischiano di diventare una routine noiosa in sessioni di gioco lunghe.

Comunque c’è anche tanto di buono in “The Division 2: Warlords of New York”:  alcune scelte sono scontate ma pur sempre buone, come ampliare il rango dei livelli del protagonista, Aaron Keener, dal 30 al 40, con quattro nuove abilità che si conseguiranno con la sconfitta di ognuno dei Warlord, con inoltre molte specializzazioni ulteriori a dare un maggior tono all’azione, con rese molto buone nel momento in cui si passa ai fatti contro gli avversari.

Migliorate anche le modalità di azione di massa, ci sono pure i livelli Shade che aggiungono ulteriore carburante per proseguire nell’avanzare estenuante nelle strade della maggior città statunitense della costa orientale. Il gioco assume un grande connotato di longevità giocato dalla partenza fino alla fine: è migliore se giocato in modalità cooperativa con amici, ma risulta altrettanto accessibile e giocabile pure se intrapreso come giocatore singolo.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - Azione frenetica e strategia di gruppo sono gli ingredienti principali di "The Division 2: Warlords of New York", espansione primaria di "The Division 2", accorsa nel giusto tempo per sanare le lacune proprio del titolo base. Lo scenario è altrettanto particolareggiato, di una New York devastata dalle bande criminali, e la missione ha scopi interessanti e ricompense adeguate nello sconfiggere i vari Warlord, pur denotando missioni piuttosto ripetitive e scontate in molti frangenti. Il campionario di abilità, i livelli e le opportunità di azione, hanno goduto di un salto in avanti positivo, che migliorano l'esperienza di "The Division 2: Warlords of New York", il quale merita quattro stelle di valutazione su un massimo di cinque stelle.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!