Iscriviti

"Ni no Kuni II": capolavoro Japan che unisce novità e passato dei giochi di ruolo

"Ni no Kuni II" è il seguito di un titolo di tipo Japan RPG che aveva impressionato per la qualità del gameplay e per l'ottima trama della storia, nonché per la vastità delle aree da esplorare. Anche il seguito è nato sotto i migliori auspici.

Games
Pubblicato il 27 marzo 2018, alle ore 12:08

Mi piace
12
0
"Ni no Kuni II": capolavoro Japan che unisce novità e passato dei giochi di ruolo

“Ni no Kuni II” è il seguito di un Japan RPG che venne premiato, sia dalla critica che dai giocatori, con voti e commenti da capolavoro: in questo nuovo titolo è uscito di scena lo studio Ghibli il quale, assieme a Level 5, aveva prodotto il primo capitolo, ma alcuni dei migliori artisti di anime sono rimasti ed hanno contribuito a creare un seguito che ha tutti i requisiti per essere anch’esso una perla.

In “Ni no Kuni II” tutto parte dalle premesse di uno scenario di pace tra i cinque regni, ma lo scenario tranquillo verrà presto minato da eventi provenienti da altri domini e da creature che distruggeranno l’idilliaco quadro di partenza. I protagonisti cambieranno aria e si trasferiranno in un altro regno per evitare un colpo di stato. Da qui comincia un’avventura che si svilupperà ampiamente per decine di ore di gioco.

I combattimenti sono diventati più rapidi e veloci rispetto alla media dei turni e della tattica dei giochi giapponesi, più simili a quelli di giochi di tipo “hack and slash”, con sistemi di puntamento immediati e lotta in simultanea, senza però tralasciare molti aspetti dei JRPG, come le combo ed i poteri speciali in grado di sovvertire gli esiti delle battaglie.

I dungeon e i sotterranei sono labirintici e propongono ambienti molto diversi, ricchi di particolari e di creature da combattere. All’esterno, specialmente nella confusione delle città, l’ambiente cambia molto e tutto fa risaltare il personaggio, molto più grande rispetto alle strutture presenti, come accade nei giochi di strategia. Il mondo viene visualizzato dall’alto ed è molto colorato e ricco di particolari.

La creazione del proprio regno è lasciata totalmente nelle mani del giocatore, aggiungendo un altro ingrediente a “Ni no Kuni II”, una modalità più simile ad un gioco di strategia, dove si parte dal castello del proprio personaggio e da qui, tramite i ricavi accumulati, si creano strutture per donare felicità ai propri abitanti ed una potenza militare eccezionale con cui difendersi ed attaccare i nemici che minacciano la stabilità.

Visivamente, il gioco è molto ricco nei suoi aspetti: in quello grafico non tradisce, a partire dalla grande quantità di elementi che arricchiscono il paesaggio e da un design sempre convincente, spesso emozionante e fiabesco. In ogni sua diversa fase di stile di gioco, “Ni no Kuni II” è stato realizzato alla grande tecnicamente, e l’audio è doppiato da sottotitoli che aiuteranno i giocatori nell’interpretazione della storia.

Manca, rispetto al titolo di partenza, qualche scena di intermezzo rispetto alla media: queste sono poche, sicuramente la loro realizzazione ha risentito dell’uscita di scena dello studio Ghibli, uno dei migliori gruppi di programmazione e di elaborazione artistica. Tuttavia, questo non basta a rovinare un gioco che si presenta completo, vario, e ricchissimo di possibilità.

La giocabilità è molto migliorata grazie al sistema di combattimento simultaneo, semplice, che aiuterà tutti i giocatori, dai neofiti ai più esperti, a farsi largo tra i gruppi di nemici che si incontreranno lungo la strada. La longevità è garantita da ore e ore di gioco, sviluppate tra la fase di esplorazione, di combattimento e di strategia, creando un mix di sicuro divertimento.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - "Ni no Kuni II" è indubbiamente un cappolavoro. Come il primo titolo, "Ni no Kuni II" non manca quasi di nulla, ha arricchito la propria esperienza offerta al giocatore con combattimenti in simultanea rapidi e divertenti e con una fase strategica di fondazione del proprio regno che lascia ampia libertà di scelta e di originalità. Graficamente il gioco è molto colorato all'esterno, più buio e ricco di penombra nei sotterranei, ma sempre cromaticamente rilevante e ricco di particolari. Nonostante manchi qualche scena di intermezzo che sviluppi meglio la storia dal punto di vista narrativo, "Ni no Kuni II" rimane pur sempre un prodotto quasi infinito, vario e divertente, che appieno si merita le cinque stelle massime di valutazione.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!