Iscriviti

Monta, Gioca, Scopri: ad aprile arriva Nintendo Labo per Nintendo Switch

Forme di cartone che il giocatore deve assemblare e integrare nel gioco con la console Switch. Macchine, strumenti musicali, canne da pesca, robot. Nintendo prova ancora una volta a rivoluzionare il modo di giocare ai videogiochi con questa nuova idea.

Games
Pubblicato il 18 gennaio 2018, alle ore 10:18

Mi piace
6
0
Monta, Gioca, Scopri: ad aprile arriva Nintendo Labo per Nintendo Switch

Nintendo si sa, è sempre stata sinonimo di innovazione e tendenze in controcorrente. Già ai tempi della console Nintendo Wii, quando tutti puntavano alla potenza e al fotorealismo della grafica, la casa giapponese aveva fatto esplodere la mania dei motion controller e milioni di giocatori si dimenavano nei salotti di casa agitando le braccia nel tentativo di praticare qualche sport virtuale.

Il 2017 è stato l’anno del lancio della nuova console Nintendo Switch. Anche in questo caso si è trattato di un successo immediato: ibrido fra console portatile e console casalinga, spiccata attitudine per il gioco in multiplayer locale, di sicuro la Switch è qualcosa di mai visto prima.

Ma Nintendo non si accontenta facilmente, è un’azienda in costante evoluzione. Così adesso presenta Nintendo Labo, una serie di forme in cartone dentro cui è possibile piazzare il corpo centrale della Switch o i Joy-Con (i controller), e interagire in molti modi diversi.

Il nostro obiettivo è portare un sorriso sul volto di tutti coloro che entrano in contatto con Nintendo“, dice Satoru Shibata, presidente di Nintendo of Europe. “Con Nintendo Labo e Nintendo Switch, i giocatori possono scoprire nuovi modi di giocare dando libero sfogo alla propria creatività. Io personalmente spero che tanti utenti si divertiranno ad assemblare i kit insieme alle loro famiglie, con un grande sorriso sul volto.”

Lo slogan del trailer pubblicitario evidenzia le tre parole cardine di questa nuova esperienza: Monta, Gioca, Scopri. Le forme di cartone, chiamate Toy-Con, sono inizialmente piatte e devono essere montate dal giocatore, seguendo un’apposita guida, per formare un oggetto preciso. Ci saranno due diversi kit al lancio, Kit Assortito e Kit Robot.

Con il Kit Assortito e le relative forme in cartone si potrà creare una macchinina radiocomandata, un piano, una canna da pesca, una casa, il manubrio di una moto. Con la macchinina radiocomandata ad esempio, si costruisce una macchinina di cartone e si inseriscono all’interno i due Joy-Con della console. Tramite lo schermo della Switch è possibile pilotare il veicolo che si muoverà tramite le vibrazioni dei Joy-Con.

Con il manubrio, ruotando la manopola del gas e inclinandosi a destra o a sinistra nelle curve, si potrà guidare una moto che sarà visualizzata sullo schermo della Switch. Il pianoforte è facile da comprendere quanto a funzionamento, e la riproduzione in cartone dello strumento musicale è davvero ben fatta. La canna da pesca ha un mulinello in cartone perfettamente funzionante che riavvolge la lenza e la casa invece sfrutta la telecamera IR del Joy-Con per riconoscere la forma dei blocchi inseriti all’interno.

Con il Kit Robot invece si può addirittura assemblare una tuta da robot che è poi indossabile dal giocatore. Tramite i Joy-Con inseriti in un apposito zaino, si può muovere un robot sullo schermo della tv tramite le movenze stesse del giocatore e si potranno così distruggere interi palazzi o combattere gli alieni.

Un’altra particolarità mostrata nel trailer pubblicitario è quella di poter colorare le forme in cartone, i Toy-Con, a proprio piacimento in modo da personalizzare ancora di più l’esperienza e dar sfogo alla propria fantasia. Non è difficile immaginare la pubblicazione di video sul web con ognuno che mostra la propria creazione. I kit di Nintendo Labo saranno disponibili nei negozi a partire dal 27 aprile 2018.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Matteo Enaudi

Matteo Enaudi - Nintendo porta innovazione in un settore, quello videoludico, in cui per vendere bene è sempre consigliabile muovere timidi passi in avanti e restare il più ancorati possibile ai canoni tradizionali. Nintendo rischia, sì, ma è un’azienda che se lo può permettere perché ha una solida esperienza di successi alle spalle. L’innovazione, il cambiamento, cercare di scoprire nuove strade da percorrere, non può che essere sempre una cosa positiva per il mercato dei videogiochi e per i milioni di fruitori di questo mercato stesso. Il prodotto sembra pensato per i giocatori più piccoli, ma non è da escludere che possa avere una certa presa anche su quelli più grandi.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!