Iscriviti

Ravenna Nightmare Film Fest: ciak si gira

Il capoluogo romagnolo organizza per la diciottesima volta il festival delle sfumature scure del cinema. Oltre a proiettare le pellicole italiane che di recente hanno riscosso attenzioni dalla critica, saranno ospitati alcuni tra i migliori registi italiani.

Cinema
Pubblicato il 26 ottobre 2021, alle ore 16:23

Mi piace
2
0
Ravenna Nightmare Film Fest: ciak si gira

Se pensiamo a una rassegna cinematografica, il primo evento che ci viene in mente è la celebre “Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia”. Artisticamente parlando, è senza dubbio uno dei principali appuntamenti di caratura mondiale che, da tempi ormai remoti, medaglia annualmente film e star di indiscutibile spessore.

Non poteva però mancare un contributo alla causa dalla sempre intraprendente Romagna. È in una delle città storicamente simbolo di questo pezzo d’Italia, dove si svolgerà la diciottesima edizione del “Ravenna Nightmare Film Fest”. Dal 30 ottobre al 6 novembre, la celeberrima città dei mosaici farà da cornice a questa kermesse cinematografica il cui titolo fuga qualsiasi dubbio.

Come potete facilmente immaginare, sarà il genere horror il topic principale dell’evento.Non solo horror. Nel corso degli anni si sono aggiunti ulteriori sotto categorie del genere, come i thriller, noir, crime, mistery e altri ancora. Praticamente tutto ciò che sia abile a far rabbrividire di paura uno spettatore o comunque che abbia la capacità di creare sgomento. In poche parole, un cinema dalle tinte scure in grado di raccontare il lato buio dell’umanità.

They shall not grow old” è il docufilm che ha aperto le danze il 23 ottobre realizzato da Peter Jackson. Il regista ha voluto narrare le vicissitudini quotidiane in trincea dei soldati inglesi durante la Grande Guerra, partiti al fronte armati di spiccato spirito patriottico e decisi a non invecchiare mai, proprio come recita il titolo del lungometraggio.E’ stato merito anche del prezioso ausilio offerto dall’Imperial War Museum di Londra se questo lavoro è stato possibile. L’istituto londinese ha messo, infatti, tutto il materiale multimediale acquisito nel periodo bellico a disposizione della regia.Non è un caso se la proiezione del film avverrà quasi in concomitanza con il 103° anniversario della fine di una delle più grandi e oscure tragedie umane.

Nella giornata inaugurale, “Opening Night”, verranno premiati i registi italiani che meglio stanno interpretando questo tipo di cinema in Italia. Sarà il barese Roberto De Feo, astro nascente delle regie horror italiane, a ricevere l’ambita medaglia al valore per il contributo dato con il film “The Nest” che ha riscosso un successone al Festival di Locarno. “A classic horror story”, altra sua produzione, ha invece stupito per aver raggiunto le vette di massimo gradimento su Netflix. Tutto questo sarà in diretta  il 30 ottobre alle ore 20:00.

Un altro regista nato non molto lontano da qui, sta facendo parlare di sé con “La scuola cattolica”. Stefano Mordini ha portato sul grande schermo questo capolavoro letterario firmato da Edoardo Albinati e insignito del gettonatissimo “Premio Strega”. La pellicola, in onda il 04 novembre alle 21:00, ripercorre la storia di uno dei delitti nostrani più efferati e frutto di una quanto mai attuale forte crisi dei valori nei giovani.

Sabato 7 novembre 21:00 sarà l’appuntamento con “Sangue del mio sangue” del 2015, inquietante pellicola dalla mente di Marco Bellocchio, pluripremiato regista di prodotti cinematografici caratterizzati di anticonformismo e mirati a svelare il volto più cupo della classe borghese. Ravenna consegnerà il premio “Anello d’oro” nelle mani dell’illustre cittadino bobbiese.

Non mancheranno, ovviamente, le occasioni per celebrare il settecentesimo anno dalla scomparsa di Dante. Sarà infatti proposto il “Dante’s hell” dell’americano Boris Acosta, grande estimatore della figura del celeberrimo poeta, deceduto proprio a Ravenna. Il mediometraggio è una trasposizione in stile “cartoonize” della leggendaria epopea della Divina Commedia. Un viaggio nelle viscere della terra con l’intento di rendere maggiormente comprensibile, soprattutto ai più piccoli, il messaggio morale che il Sommo Poeta volle trasmettere. Lo spettacolo inizierà alle ore 20:00 del 05 novembre.

L’organizzazione vi offre una duplice modalità di partecipazione: accomodarvi nei locali del Palazzo del Cinema in Largo Firenze oppure seguire in diretta live sulla piattaforma del sito Mymovies.Potrete scaricare il programma degli spettacoli da questo link: https://www.ravennanightmare.it/2020/download/programma-RNFF-2020.pdf .Buona visione.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Raffaele Nuzzo

Raffaele Nuzzo - Raccontare la vita attraverso il grande schermo è un modo per rendere partecipi moltitudini di persone. Il cinema ha saputo sicuramente unire le persone lanciando messaggi e aprendo le menti Ma anche offrire uno spunto di riflessione o un punto di vista alternativo. Ravenna quindi si tinge di noir e celebra il cinema nostrano con questa rassegna che riscuote ogni anno sempre più successo.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!