Iscriviti

Oscar 2021 posticipati a causa del Coronavirus, la cerimonia ad aprile

La cerimonia di consegna dei premi Oscar, originariamente prevista per il 28 Febbraio 2021, è stata posticipata di due mesi a causa del Coronavirus. Le premiazioni avverranno a Los Angeles il 25 Aprile 2021.

Cinema
Pubblicato il 16 giugno 2020, alle ore 09:47

Mi piace
7
0
Oscar 2021 posticipati a causa del Coronavirus, la cerimonia ad aprile

Dopo settimane di incertezze è arrivata la conferma ufficiale da parte dell’Academy: la cerimonia degli Oscar 2021 è stata posticipata a causa della pandemia di Coronavirus. Come sappiamo, il lockdown messo in atto per limitare i danni del Covid-19 ha causato anche la chiusura dei cinema, impedendo a centinaia di film di essere proiettati, oltre che interrompendo le riprese in corso, in tutto il mondo.

Per questo la Academy aveva già preso i primi provvedimenti, annunciando che in via eccezionale per quest’anno sarebbero stati considerati candidabili anche i film usciti solamente su piattaforme streaming, mentre la regola standard stabilisce che un film debba fare un passaggio obbligatorio nelle sale cinematografiche per poter rientrare nelle nomination.

Arriva adesso l’annuncio del cambiamento della data della cerimonia di premiazione. Originariamente previsti per il 28 Febbraio 2021, gli Oscar verranno invece consegnati il 25 Aprile 2021, con due mesi circa di ritardo. Anche il periodo in cui i film devono essere fruibili per essere passabili di nomination cambia; solitamente solo film usciti dal 1 gennaio al 31 dicembre dell’anno in corso sono candidabili per i premi Oscar dell’anno successivo, mentre quest’anno i film potranno essere candidabili se usciti fino al 28 febbraio 2021, data originaria prevista per la cerimonia.

Per oltre un secolo, i film hanno avuto un ruolo importante nel confortare, ispirare e divertire noi tutti durante i tempi più bui“, hanno commentato il presidente degli Academy David Rubin ed il CEO Dawn Hudson. “La nostra speranza, nell’aumentare il periodo di candidabilità e rimandare la premiazione, è quella di consentire flessibilità ai creatori di film che consenta loro di completare e pubblicare i propri lavori senza essere penalizzati per qualcosa che va al di là del controllo di tutti“.

Anche i Governors Awards, che solitamente hanno luogo in autunno, sono stati rimandati a data da destinarsi. Resta intanto confermato il Festival del Cinema di Venezia, il primo festival prestigioso dell’anno dopo la cancellazione del Festival di Cannes; la Biennale veneziana, che vanta il titolo di festival del cinema più vecchio del mondo, conferma l’appuntamento al 12 settembre 2020.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Anna Santini

Anna Santini - I film e le serie televisive hanno veramente fatto un sacco di compagnia durante questo periodo senza precedenti, spero veramente che l'industria cinematografica possa riprendersi e che gli studios indipendenti possano rimanere aperti, non sono certo le varie Disney o 20th Centuty Fox ad aver subito il "colpo" peggiore, ma le case di produzione indipendenti, che già prima della pandemia riuscivano a malapena a far quadrare i conti.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!