Iscriviti

Oscar 2021, i vincitori

Nulla da fare per Laura Pausini, che perde contro il brano "Fight for you". L'Oscar per il miglior film va a Chloé Zhao per "Nomadland", che diventa la seconda donna premiata e la prima asiatica.

Cinema
Pubblicato il 26 aprile 2021, alle ore 09:56

Mi piace
3
0
Oscar 2021, i vincitori

Il sogno di Laura Pausini si ferma in finale siccome il suo brano “Io sì (Seen)”, scritta dalla compositrice americana Diane Warren, non è riuscita a conquistare l’ambita statuetta. Infatti L’Oscar per la miglior canzone viene portato a casa da “Fight for you” del film “Judas and the Black Messiah” diretto da Shaka King.

Si tratta purtroppo di una trasferta hollywoodiana sfortunata per l’Italia, dal momento che ritorna da Los Angeles senza aver vinto nessun Oscar. Le altre candidature erano date al film “Pinocchio“, diretto da Matteo Garrone con protagonista Roberto Benigni, che è stato candidato per i costumi di Massimo Cantini Parrini e il trucco.

La lista completa dei vincitori

L’Oscar per il miglior film viene vinto da “Nomadland” della regista Chloé Zhao, che si porta a casa anche il premio per la miglior regia. La pellicola esce vittoriosa anche nella categoria miglior attrice protagonista con Frances McDormand, mentre il premio per il miglior attore va a Anthony Hopkins per la sua interpretazione in “The Father”.

Il miglior attore non protagonista viene vinto da Daniel Kaluuya in “Judas and the Black Messiah”, mentre per la miglior attrice non protagonista ne esce vincitrice Youn Yuh-jung in “Minari”. Per la miglior sceneggiatura originale e non originale le statuette vanno rispettivamente a Emerald Fennell per “Una donna promettente” e Christopher Hampton e Florian Zeller per “The father”. Il miglior film straniero viene vinto dal danese Thomas Vinterberg con “Un altro giro”.

Doppia delusione per Matteo Garrone con il suo film “Pinocchio”, che perde sia nella categoria costumi vinta da Ann Roth per “Ma Rainey’s Black Bottom”, sia in quella del trucco da Sergio Lopez-River, Mia Neal e Jamika Wilson sempre per la pellicola del regista George C. Wolfe. Il miglior sonoro viene portato a casa da Nicolas Becker, Jaime Baksht, Michelle Couttolenc, Carlos CortésPhillip Bladh per “Sound of metal”, mentre il premio per l’animazione va a “Soul” di Pete Docter e Kemp Powers e il miglior documentario a “Il mio amico in fondo al mare” di James Reed e Pippa Ehrlich.

Il regista Christopher Nolan si porta a casa il suo Oscar grazie alla categoria miglior effetti speciali con Andrew Jackson, David Lee, Andrew Lockley e Scott Fisher. Doppia statuetta per “Monk”, in quanto vince sia la miglior scenografia con Donald Graham Burt e Jan Pascale e la miglior fotografia con Erik Messerschmidt.

La miglior colonna sonora va a Trent Reznor e Atticus Ross con Jon Batiste per “Soul”, miglior cortometraggio al film “Two distant strangers” con la regia di Free e Martin Desmond Roe, miglior corto documentario a Anthony Giacchino-Alice Doyard con “Colette” e miglior corto d’animazione a Will McCormack e Michael Govier per “Se succede qualcosa, vi voglio bene” trasmesso su Netflix.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Emanuele Novizio

Emanuele Novizio - La cerimonia degli Oscar è finita e purtroppo l'Italia, nonostante le tre nomination, non riesce a portarsi a casa nessuna statuetta. Bel trionfo invece per "Nomadland" che, seppure non lo ritengo, per gusti personali, un capolavoro, penso che merita questo Oscar e sicuramente la regista Chloé Zhao può essere felice per la serata.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!