Iscriviti

MATIFF, il Festival del cinema a Matera dal 24 al 26 settembre

Arriva il Matera Film Festival, che si terrà nella città dei sassi dal 24 al 26 settembre. Matera, da set cinematografico, si trasforma in soggetto attivo nella diffusione della cultura cinematografica tout-court.

Cinema
Pubblicato il 18 settembre 2020, alle ore 18:41

Mi piace
11
0
MATIFF, il Festival del cinema a Matera dal 24 al 26 settembre

Prima Venezia, oggi Roma e poi, dal 24 al 26 settembre, arriva la prima edizione del festival del cinema materano che vuole promuovere il cinema attraverso la città di Matera – Capitale Europea della Cultura 2019 – set cinematografico naturale che ha visto sempre più produzioni sceglierla e, pertanto, è stato quasi un percorso naturale quello nella direzione di questo festival, che si spera acquisisca importanza e diventi un appuntamento fisso negli anni con l’obiettivo di farne una Biennale.

Il Matera Film Festival si articolerà in tre sezioni competitive: un concorso internazionale dei lungometraggi di finzione, uno dei documentari ed uno dei cortometraggi ed ai vincitori di ognuna delle tre sezioni competitive saranno assegnati premi in servizi messi a disposizione dalla società Camera Service Group. Sono stati, inoltre, previsti anche altri riconoscimenti: il premio alla miglior opera prima italiana e il premio alla carriera, destinato a un nome di richiamo nel panorama culturale italiano e internazionale.

Ci saranno delle masterclass con attori e registi che metteranno a disposizione tutta la loro professionalità e svelaranno, magari, qualche segreto professionale. Saranno anche proposte proiezioni di film fuori concorso, italiani e internazionali. Come simbolo del festival è stata scelta l’immagine della balena Giuliana, scoperta nel 2006 sulle sponde del Lago di San Giuliano -sempre a Matera-, che pare sia il più grande cetaceo del Pleistocene mai scoperto.

Si è indetto anche un concorso creativo per la realizzazione della statuetta Giuliana che sarà assegnata a tutti i vincitori di questa prima edizione del Matera Film Festival. La balena, che di tanti è stata ispirazione, sarà quindi l’ emblema di questo festival, il simbolo creativo in cui gli organizzatori, novelli marinai contemporanei, solcano il cielo di una delle città più antiche del mondo mettendo un tassello importante nel rapporto dialettico tra la tradizione millenaria di Matera e la spinta innovativa e moderna dell’arte cinematografica.

Durante la kermesse, tra le altre tante e belle cose in programma, il Comune di Matera conferirà la cittadinanza onoraria a Enzo Sisti, noto produttore cinematografico, che è stato produttore esecutivo per “La passione di Cristo” di Mel Gibson e che, quindi, con Matera ha un legame profondo e di lunga data.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Maria Guerricchio

Maria Guerricchio - La balena ha solcato per milioni di anni i mari della terra, ispirando poeti e artisti di ogni secolo, con personaggi del nostro immaginario, in primis Pinocchio. La balena vive anche ne "Le Mille e una notte", dove Sinbad il marinaio approda su un’isola, che si rivela la parte emersa di una monumentale balena. Insomma, una sorta di buon auspicio che ci si augura aiuti Matera ad essere scoperta ed apprezzata.

Lascia un tuo commento
Commenti
Giorgio Mosto
Giorgio Mosto

27 settembre 2020 - 23:52:32

davvero un bell'articolo mi farebbe piacere se tu leggessi i miei e mi lasciassi qualche consiglio

0
Rispondi