Iscriviti

Jurassic World il dominio: i dinosauri sono tornati

Nell'ultima avventura della trilogia di Jurassic World si punta alla nostalgia, con gli attori originali degli anni '90, infatti c'è un chiaro rimando al Jurassic Park del 1993.

Cinema
Pubblicato il 3 giugno 2022, alle ore 17:06

Mi piace
2
0
Jurassic World il dominio: i dinosauri sono tornati

Ascolta questo articolo

Ora nelle sale potete ammirare il finale della trilogia di Jurassic World con Chris Pratt e Bryce Dallas Howard solo che al cast si aggiungono gli attori originali di Jurassic Park che danno tutto un altro tono al film, Sam Neill, Laura Dern e Jeff Goldblum. Un finale nostalgico quindi dove i dinosauri scappati al controllo dell’uomo di nuovo saranno liberati.

Inutile dire che non c’è paragone con Jurassic Park, manca quell’appeal del parco a tema giurassico, con questo finale si vuole chiudere più che altro una saga epocale, c’è da dire che gli attori degli anni 90 sono un spanna sopra agli altri anche a distanza di trent’anni in un film che funziona per stereotipi ambulanti.

Infatti l’attore in moto seguito dai velociraptor ammaestrati già è apparso poco credibile, più che altro si può constatare un pò di tensione emotiva, stavolta i dinosauri più cattivi sono ammaestrati, mansueti e specie da salvare e proteggere, una sorta di empatia verso i dinosauri, giusto l’inseguimento a Malta tira un pò su i toni.

Ma siamo ben lontani dal parco di John Hammond, del capolavoro di Spielberg in questa trilogia sembra più di assistere ad una sorta di Godzilla in chiave di dinosauro, poca suspence, le citazioni sono tante, che vanno dai western alla John Ford allo Spielberg anni 80 di Indiana Jones fino a George Lucas e a certi Mission Impossible o Bond-movie, il film cerca una sua originalità in piaghe bibliche, clonazioni e complotti, ma manca il mordente.

Il solito villain che vuole sacrificare il mondo, una mera operazione fan service come già avvenuta per Spiderman No Way Home, vengono ingaggiati nuovi personaggi come la volitiva pilota di cargo Kayla Watts (DeWanda Wise), una sorta di Han Solo al femminile ma non basta per convincere il pubblico sull’originalità del prodotto.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Martina Capit

Martina Capit - Premetto che non amo capolavori del passato che vengono rivisitati in chiave futuristica, secondo me dovrebbero restare negli anni 90, non capisco perchè ad Hollywood si continui di questo passo con reboot, live action, è la mancanza di idee nuove e creative che portano a sfornare questi prodotti, peccato perchè io amo i dinosauri.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!