Iscriviti

Iniziate le riprese cilene del film The 33

Iniziate le riprese del film "The 33" in terra cilena, a poca distanza da Copiapò, nel deserto di Atacama. Si stanno, ora, registrando le scene del salvataggio dei minatori dopo essere stati intrappolati nella miniera di San Josè per 69 giorni

Cinema
Pubblicato il 19 febbraio 2014, alle ore 22:05

Mi piace
0
0
Iniziate le riprese cilene del film The 33

E’ iniziata il 4 febbraio scorso, in Cile, la seconda parte delle riprese del film The 33, ispirata alla storia vera dei trentatré minatori cileni intrappolati per 69 giorni nella miniera di San Josè, nel deserto di Atacama, nell’estate del 2010.

Le prime scene del film, che ricreavano la terribile esperienza vissuta dai minatori sotto terra, a 700 metri di profondità, erano state girate nel mese di dicembre dello scorso anno in due giacimenti di sale di Nemocòn, in Colombia, a 50 km da Bogotà. Non è stata utilizzata la miniera di San Josè per la registrazione di queste scene perchè si è deciso di preservare la possibilità per gli interessati di visitarla personalmente, essendo ormai divenuta un luogo di rilevante interesse turistico.

In terra cilena, a poca distanza da Copiapò, in pieno deserto, invece, si stanno girando le scene del salvataggio dei minatori, prevalentemente di notte: per due mesi si è lavorato per preparare il luogo dove è stata inserita la capsula Fenix, appositamente creata per il film e che risulta essere due cm più larga dell’originale per consentire agli attori di entrare con maggiore facilità.

Le riprese nel deserto cileno termineranno a metà marzo, dopo le quali si passerà all’ultima fase della produzione cinematografica, la post-produzione, della durata di circa 22 settimane. Si prevede che la distribuzione al pubblico del film possa avvenire nel mese di novembre prossimo o agli inizi del 2015.

Il film, diretto dalla messicana Patricia Riggen, vede impegnati attori di diverse nazionalità, quali lo spagnolo Antonio Banderas che interpreta il minatore Mario Sepùlveda, la francese Juliette Binoche nel ruolo di María Segovia, che organizzò il Campamento Esperanza all’esterno della miniera, Gabriel Burne che riveste i panni di André Sougarret, l’ingegnere civile che guidò il salvataggio dei minatori, il cileno Alejandro Goic, lo spagnolo Mario Casas. E ancora: Rodrigo Santoro, Kate Del Castillo, James Brolin, Oscar Núñez.

“Non si parla solo della sfida fisica affrontata dai 33, ma anche delle loro emozioni, l’incertezza sul loro salvataggio e sul loro futuro. Ci sono anche le emozioni delle persone che aspettavano in superficie. Si racconta come, sopra e sotto la superficie terrestre, cercarono di mantenersi vicini e di tenere accesa la speranza, mentre il salvataggio sembrava impossibile” spiega Gregg Brilliant, portavoce dei produttori.

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!