Iscriviti

Il ritorno del Gladiatore di Ridley Scott

"Il gladiatore", kolossal campione di incassi nel 2000, ritorna al cinema con un sequel. Il regista Ridley Scott è attualmente impegnato nella lavorazione e la fase di pre-produzione sembra sia stata avviata.

Cinema
Pubblicato il 7 novembre 2018, alle ore 16:38

Mi piace
5
0
Il ritorno del Gladiatore di Ridley Scott

Sono ormai diversi anni che si vocifera in merito ad un possibile ritorno de “Il gladiatore“. Il regista Ridley Scott accarezza da tempo l’idea di girare un sequel e ora pare finalmente che le cose si stiano muovendo nella giusta direzione. Le indiscrezioni riguardanti un seguito del film capolavoro che ha spopolato all’inizio del nuovo secolo erano partite già anni fa quando, nel corso di un intervento al “South West Film Festival“, Ridley Scott aveva svelato, fra lo stupore generale, di avere un’idea per una nuova pellicola incentrata sul celebre personaggio le cui gesta erano ambientate nell’antico impero romano.

“Il gladiatore”, come tutti sanno, è un kolossal risalente al 2000 diretto da Ridley Scott, che ha incassato la bellezza di quasi 460 milioni di dollari nel mondo solo al box-office, il maggiore incasso ottenuto quell’anno dopo “Mission impossible 2”. Il celeberrimo film ha lanciato il noto attore australiano Russel Crowe nell’olimpo di Hollywood, segnando l’immaginario collettivo di un’intera generazione e ricevendo ben 12 nominations agli Oscar, dalle quali poi ottenne 5 statuette, ovvero Miglior film, Miglior attore protagonista, Migliori costumi, Miglior sonoro e Migliori effetti speciali. Ecco spiegato il motivo per cui si è presa in considerazione l’idea di realizzarne un seguito, la speranza cioè di replicarne il successo.

Non è da prendere in considerazione, però, il fatto che “Il gladiatore 2” – titolo, a quanto risulta, ancora provvisorio – sia il prossimo film di Ridley Scott, in quanto l’agenda del regista e produttore britannico è attualmente stracolma, dal momento che Scott è impegnato nella produzione di ben 14 film e di una serie televisiva e deve quindi districarsi fra progetti in post-produzione, in produzione, in post-produzione e altri progetti annunciati. Il sequel de “Il gladiatore”, dunque, uscirà nelle sale cinematografiche non prima del tardo 2020.

Trame potenziali e improbabili

Mentre il film originale è stato prodotto dalla DreamWorks, il sequel sarà invece prodotto e distribuito dalla Paramount Pictures e al momento è stato ufficialmente ingaggiato Peter Craig per scrivere la sceneggiatura. Va ricordato però che il finale del primo film vede la morte nell’arena del protagonista, Massimo Decimo Meridio, ed è quindi da escludere un suo possibile ritorno impersonato dal famoso attore australiano. Stando a quanto è emerso, la nuova storia sembra infatti incentrata sul personaggio di Lucio Vero, figlio di Lucilla e nipote del crudele imperatore Commodo, ormai diventato adulto. Pare che il nuovo personaggio di Lucio, che da giovane abbiamo visto profondamente affascinato dalle gesta dell’ex generale romano diventato gladiatore, sia ora pesantemente influenzato dalle azioni, dal carattere e dal ricordo di Massimo e cercherà di portare avanti gli insegnamenti da lui lasciatigli in eredità, tenendo sempre presente che è per merito di Massimo se lui e sua madre sono ancora vivi.

A quanto pare è stata dunque abbandonata l’iniziale tentazione di riportare in vita in qualche modo l’amato personaggio interpretato da Russell Crowe, finora unica proposta avanzata in quasi due decenni di rumors e smentite. Negli anni scorsi, infatti, si erano diffuse alcune voci riguardanti un prequel incentrato sulle gesta del Generale più che dell’Ispanico, per poi lasciare spazio alle suggestioni di un improbabile secondo capitolo incentrato sulla discesa agli inferi del comandante delle legioni Felix o su un suo potenziale viaggio nel tempo o ancora su una sorta di resuscitazione. Ora finalmente il progetto inerente al ritorno del gladiatore sembra essere dunque ben più tangibile e concreto delle semplici voci di corridoio e dei pettegolezzi. La fase di pre-produzione, infatti, sarebbe di fatto già avviata. Nonostante ciò, tuttavia, non filtrano ulteriori anticipazioni sulla potenziale trama, sui personaggi e sul cast che farà parte della uova pellicola.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marcella Chimenti

Marcella Chimenti - Personalmente sono sempre dell'idea che certi capolavori non si dovrebbero toccare, specie se non è possibile neanche mantenere i personaggi che di quei capolavori sono stati artefici. Questo è uno di quei casi. Ho sempre adorato "Il gladiatore", è uno dei miei film cult, grazie soprattutto all'integrità e alla statura morale del personaggio interpretato da Russel Crowe e il solo pensare di concepirne un sequel senza il suo protagonista mi riesce di difficile comprensione. Comunque sia, se il progetto andrà in porto, non perderò l'occasione di calarmi nuovamente all'interno del mito senza tempo di quell'impero che ha dato vita alla città eterna, la quale ormai di eterno purtroppo mantiene ben poco.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!