Iscriviti

“Eternals”, la recensione del nuovo film Marvel

Il nuovo film del Marvel Cinematic Universe diretto da Chloe Zhao stupisce e fa riflettere con una regia esemplare, una trama adulta e un cast eccezionale.

Cinema
Pubblicato il 15 novembre 2021, alle ore 09:25

Mi piace
3
0
“Eternals”, la recensione del nuovo film Marvel

Uscito il 3 Novembre, il nuovo film del Marvel Cinematic Universe presenta una struttura più matura e riflessiva rispetto agli altri capitoli e pone i protagonisti (ben dieci nuovi personaggi) davanti ad una difficilissima scelta esistenziale in un percorso duro e pieno di rivelazioni difficili da affrontare. In questo lungometraggio, dieci Eterni mandati sulla Terra all’alba dei tempi dovranno mostrarsi al mondo e mettere in dubbio tutto quello che conoscono quando una nuova minaccia sta per arrivare sul pianeta.

Il film cattura fin da subito con un’intorduzione avvolgente e si sviluppa bene durante il primo atto, perdendo un po’ di mordente verso la metà del minutaggio a causa dell’eccessiva lunghezza(due ore e mezza). Tuttavia, all’incalzare del terzo atto il film muta nuovamente in uno spettacolo mastodontico ed estremamente solenne.

La regista Chloe Zhao, già vincitrice dell’Oscar per Nomadland lo scorso anno, dimostra tutto il suo stile e la sua bravura mettendo in scena uno spettacolo visivo che dà al genere supereroistico uno smalto totalmente nuovo e alza lo standard per i prossimi progetti del popolare filone cinematografico. 

Il cast è scelto alla perfezione: tutti sono perfettamente in parte e dimostrano una notevole bravura nel differenziare i vari caratteri e i poteri degli Eterni protagonisti, mettendo in scena dei rapporti veri e plausibili, in un’epica storia in cui ogni scelta compiuta dai personaggi ha un peso e delle conseguenze. Fra gli attori, quelli che colpiscono di più per la loro bravura sono Angelina Jolie nei panni di Thena, una guerriera formidabile con una storia che intrigherà e Lauren Ridloff nei panni di Makkari, una velocista, nonché primo personaggio sordomuto del MCU.

Il comparto tecnico si rivela altrettanto imponente ed epico, ma è forse inevitabilmente indebolito da un duro confronto con le splendide e numerose riprese in esterna che non hanno avuto necessità dell’uso della CGI e rendono questo film ancora più unico per gli standard di oggi. 

La colonna sonora composta da Ramin Djawadi, già compositore delle musiche de “Il Trono di Spade”, agginge al film un tocco di sacralità e grandezza difficilmente raggiunto da altri film Marvel, che contengono spesso musiche molto anonime e dimenticabili.

Tirando le somme, Eternals si rivela essere uno dei film supereroistici più belli degli ultimi anni con una regia un comparto tecnico di altissimo livello, un cast d’eccezione e una colonna sonora memorabile gettando le basi per un nuovo filone dedicato a chi è cresciuto con i film Marvel e forse ora preferirebbe qualcosa di più adulto.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Niccolò Pozzato

Niccolò Pozzato - Ritengo che l'articolo riassuma in maniera molto semplice i motivi che potrebbero convincere le persone ad andare a vedere questo film in sala. Penso, inoltre, che questo film possa piacere ai ragazzi oltre i 20 anni che sono cresciuti con questo filone supereroistico e forse ora preferiscono delle trame più complesse, serie e impegnate.

Lascia un tuo commento
Commenti
Paola Toso
Paola Toso

16 novembre 2021 - 20:24:48

Articolo completo, ben dettagliato e molto avvicente. Complimenti.

0
Rispondi