Iscriviti

Clint Eastwood inarrestabile a 91 anni, arriva il nuovo film "Cry Macho"

Clint Eastwood, famoso attore e regista, non si lascia fermare né dalla veneranda età (91 anni) né dal periodo delicato che si sta attraversando in ogni angolo della terra. A dimostrarlo c'è il trailer della sua ultima opera: Cry Macho.

Cinema
Pubblicato il 7 agosto 2021, alle ore 11:06

Mi piace
4
0
Clint Eastwood inarrestabile a 91 anni, arriva il nuovo film "Cry Macho"

Clint Eastwood non si è mai lasciato intimorire da nulla, proprio come i personaggi che ha interpretato spesso, e probabilmente non lo sarà mai. Non gli importano gli acciacchi dell’età, non gli importa della pandemia ma soprattutto non gli importa di offrire al grande pubblico un film basato su un romanzo più volte oggetto di tentativi di trasposizione mai concretizzati. 

Ed ecco, quindi, che il 16 Settembre in Ungheria e il 17 Settembre negli Stati Uniti uscirà Cry Macho, ultima opera di Eastwood dove ricopre il ruolo di regista, produttore e attore protagonista. L’adattamento al grande schermo è stato curato dallo sceneggiatore Nick Schenk, già noto per aver collaborato con lo stesso ruolo in: Gran Torino (2008) e The Mule (2018). Nel cast figurano anche Eduardo Minett, nel ruolo del figlio del vecchio capo, Dwight Yoakam il capo e Fernanda Urrejola nel ruolo di Leta. Un “Drama film” che promette azione ed emozione.

La trama parla di Mike Milo (Clint Eastwood), un ex-star del rodeo e allevatore di cavalli, che nel 1979 viene contattato dal vecchio capo Howard Polk (Dwight Yoakam) per un lavoro. Mike accetta e si dirige in Messico dove dovrà recuperare il figlio del capo, Rafael o come preferisce farsi chiamare Rafo (Eduardo Minett). Costretti a usare strade alternative per tornare in Texas i due avranno modo di conoscersi e conoscere altri personaggi che renderanno il loro rientro particolarmente denso di pericoli e avvenimenti, quest’ultimi non sempre spiacevoli tuttavia. Il vecchio cowboy stringerà nuovi rapporti e sfrutterà il percorso come il suo personale tragitto verso la redenzione. Se ci riuscirà e quale sarà, si spera di scoprirlo presto. 

Una delle curiosità più intriganti del film targato Warner Bros riguarda proprio N. Richard Nash, ormai scomparso da oltre vent’anni, che nel 1970 srisse una sceneggiatura intitolata “Macho”,  successivamente proposta alla 20th Century Fox e respinta per ben due volte. A causa di ciò Nash rivisitò lo scritto rendendolo in tutto e per tutto il romanzo Cry Macho, uscito nel 1975, su cui, appunto, viene tratta la sceneggiatura che in seguito avrà un percorso travagliato fino alla fine degli anni ’80, quando il progetto verrà accantonato. All’epoca dei tentati adattamenti per il ruolo di Mike Milo giravano parecchi nomi importanti tra cui Burt Lancaster, Pierce Brosnan e Arnold Schwarzenegger.

Anche se non potrà godersela di persona dopo circa mezzo secolo di peripezie la sua opera arriva sul grande schermo, pubblico a cui era destinata già dal 1970.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Quasimodo Boreale

Quasimodo Boreale - Dopo aver letto la notizia non ho potuto fare a meno che cercare informazioni e mi sono imbattuto in questa particolare vicenda che vede Nash col "sogno" (se così si può dire) di far diventare un suo sceneggiato film e appunto il mondo del grande schermo, in particolare qui, Hollywood.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!