Iscriviti

Attori e registi italiani morti nel 2021: da Lina Wertmuller e Paolo Calissano, ecco l’elenco

Nel 2021 sono scomparsi molti nomi noti del cinema e dellla televisione italiana. Dall'iconica regista Lina Wertmuller ad attori come Paolo Calissano e Libero de Rienzo, fino a cabarettisti, attori e presentatori come Gianfranco D'Angelo, ecco l'elenco.

Cinema
Pubblicato il 1 gennaio 2022, alle ore 17:03

Mi piace
4
0
Attori e registi italiani morti nel 2021: da Lina Wertmuller e Paolo Calissano, ecco l’elenco

Il 2021 ha visto la scomparsa di molti nomi noti del cinema e dellla televisione italiani, da Gianfranco D’Angelo a Libero de Rienzo fino a Paolo Calissano. Ripercorriamo l’elenco dei personaggi famosi del mondo dello spettacolo italiano che sono morti nel corso dei 12 mesi appena trascorsi.

Risale a pochissimi giorni fa, il 30 dicembre 2021 la scomparsa di Paolo Calissano a soli 54 anni per una overdose di psicofarmaci. L’attore era diventato famoso grazie a partecipazioni a diverse serie come “La dottoressa Giò”, “Vento di Ponente” e “Per Amore”, ed era stato uno dei protagonisti della soap opera “Vivere”. In televisione aveva partecipato anche a “Giochi senza frontiere” e “l’isola dei famosi”, che aveva abbandonato per un infortunio al ginocchio. Nel 2005 fu arrestato per aver ceduto la dose di droga fatale alla brasiliana Ana Lucia Bandeira Bezerra, rinvenuta morta per overdose nell’appartamento genovese dell’attore. Per questo crimine fu condannato a 4 anni di reclusione, ma grazie all’indulto ottenne di scontare la condanna in una comunità per tossicodipendenti.

Gianfranco D’Angelo è scomparso il 15 agosto a pochi giorni dal suo 85esimo compleanno. Il comico e attore romano fu uno dei protagonisti di “Drive n”, serie culto anni ’80 di Antonio Ricci, e conduttore della prima stagione di “Striscia la notizia” a fianco di Ezio Greggio. Conduttore di molti show televisivi e attore in show come “Le ragazze di Miss Italia” e “Casa dolce Casa”, l’attore aveva preso parte anche a tantissime delle commedie sexy all’italiana a fianco di Alvaro Vitali.

È morto il 16 luglio a soli 44 anni Libero de Rienzo, ucciso da un infarto causato da una una overdose nella sua casa di Roma. Padre di due figli piccoli, l’attore aveva preso parte ai film della serie “Smetto quando voglio”, “Il caso Pantani” e “Santa Maradona”, che gli valse una candidatura al nastro d’argento e la vittoria di un David di Donatello come migliore attore non protagonista. Libero era figlio di Fiore De Rienzo, giornalista ed inviato della trasmissione “Chi l’ha visto?”.

Raffaella Carrà, iconica cantante, attrice e presentatrice con ben 70 anni di carriera alle spalle, è scomparsa il 5 luglio lasciando un vuoto incolmabile nel panorama artistico italiano. Nonostante fosse maggiormente nota come cantante e presentatrice, la star aveva esordito come attrice quando era ancora una bambina e nel corso della sua longeva carriera ha avuto ruoli in film come “Colpi di fortuna”e “I Compagni”.

L’attore e doppiatore Nino D’Agata, che aveva dato la voce al Reverendo Lovejoy ne “I Simpson” ed insegnava l’arte del doppiaggio alla Voice Art Dubbing, è scomparso a 66 anni il 20 agosto. Nino Castelnuovo è scomparso ad 84 anni dopo una lunga malattia a settembre. L’attore aveva avuto ruoli in serie come “Le tre rose di Eva”, “Incantesimo 6” e film come “Rocco e i suoi fratelli” di Luchino Visconti, ma a renderlo famoso fu il ruolo di Renzo Tramaglino nell’adattamento televisivo de “I Promessi Sposi” messo in onda da Rai 1 nel 1967.

Nicoletta Orsomando non era una attrice, ma comunque un volto estremamente noto del piccolo schermo grazie al suo lavoro di annunciatrice per la Rai dal 1953 al 1993. Una delle prime “Signorine Buonasera” della Rai è scomparsa ad Agosto a 92 anni. Aveva 82 anni. Il suo volto potrebbe non essere stato noto ai più, ma la voce di Claudio Sorrentino era sicuramente una delle più note in Italia. Doppiatore di star come Mel Gibson, John Travolta e Bruce Willis, l’attore e conduttore televisivo e radiofonico è morto il 16 febbraio per complicazioni dovute al Covid-19.

Renato Scarpa, iconico Robertino di “Ricomincio da tre” a fianco di Troisi morto improvvisamente nella sua casa di Roma il 30 dicembre. Tra i suoi film più noti, “Il Postino”, “Così parlò Bellavista” e “Habemus Papam” e “Un sacco bello”. Un’altra attrice da quest’ultimo film che ci ha lasciati quest’anno è Isabella De Bernardi, portata al successo da Carlo Verdone che la volle anche in “Borotalco” e che apparve con Sordi ne “Il Marchese del Grillo” oltre alla prima stagione di “I ragazzi della 3ª C”, scomparsa a maggio a soli 57 anni per un male incurabile.

Ci ha lasciati a luglio a 91 anni Davide Montemurri, interprete di famosi fotoromanzi degli anni ’50 e attore in “L’anno scorso a Marienbad” di Alain Resnais. Franca Polesello, Miss Lombardia diventata attrice in film di genere peplum, è scomparsa a marzo a 91 anni. Tra i suoi film più noti “Il sorpasso” di Dino Risi.

Per quanto riguarda il mondo della regia, il 2021 ha visto l’addio a Lina Wertmuller, scomparsa il 9 Dicembre a 93 anni. L’iconica regista del cinema italiano ha firmato film come “Travolti da un insolito destino nell’azzurro mare d’agosto” ed aveva ricevuto nel 209 un Premio Oscar alla carriera. Cecilia Mangini, considerata la prima documentarista donna italiana, è scomparsa a 91 anni il 21 gennaio, mentre la regista e attrice di opere Piera Degli Esposti ci la lasciati ad agosto a 83 anni.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Anna Santini

Anna Santini - Libero de Rienzo e Paolo Calissano sono le morti che più mi hanno colpito a causa della giovane età dei due attori e per il fatto che fossero morti totalmente prevenibili. Ovviamente però è la scomparsa della Carrà che lascia il vuoto più grande, ha rappresentato per la televisione italiana la nascita di un nuovo ruolo per le donne ed ha attraversato decenni di carriera in maniera magistrale rimanendo sempre rilevante per ogni generazione.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!