Iscriviti

Street-art. Enorme murales su 50 palazzi: il risultato è visibile solo da lontano

Il famoso street artist, El Seed, ha realizzato un murales puzzle nel quartiere di Manshiyat Naser de Il Cairo. Il risultato finale e il messaggio si può apprezzare solo da lontano.

Arte
Pubblicato il 10 ottobre 2018, alle ore 12:35

Mi piace
4
0
Street-art. Enorme murales su 50 palazzi: il risultato è visibile solo da lontano

Il quartiere di Manshiyat Naser de Il Cairo, pieno di baraccopoli e rifiuti, è stato trasformato in una vera e propria gigantesca opera di street art.

Il progetto dello street artist, El Seed, ha un forte significato simbolico e sociale ma soprattutto lascia senza parole. Guardando l’opera nella sua interezza si può leggere: “Chiunque voglia vedere la luce del sole ha chiaramente bisogno di asciugarsi prima gli occhi”.  

Perception

Lo street artist, El Seed, già noto per altre sue opere in giro per il mondo ha deciso di intitolare l’opera realizzata in questo quartiere, definito Garbage City, “Perception”. Si tratta di un murales gigantesco in stile “puzzle” il cui risultato finale si può ammirare ed apprezzare solo da lontano.  

Per vederlo nella sua interezza, bisogna salire sulla cima della collina di Moqattam, che si affaccia proprio sul quartiere. Manshiyat Naser è una zona che vive di raccolta e riciclaggio della spazzatura della città. Qui spesso manca acqua corrente ed elettricità. 

Ad essere di ispirazione per il progetto di El Seed sono state le parole di Sant’Atanasio di Alessandria. È un modo per ricordare l’importanza di osservare le cose nell’insieme con la giusta prospettiva. L’obiettivo è fare ricordare, e non dimenticare, in quali condizioni vivono gli abitanti di quel quartiere.

È lo stesso artista che parlando del progetto afferma: “Manshiyat Naser è percepito come sporco, emarginato e segregato a causa dell’associazione con la spazzatura. Così ho deciso di creare un design anamorfico, un’opera che puoi vedere solo da un punto di osservazione”. La sua considerazione continua con queste parole: “Mentre le persone in altre zone della città possono intravedere alcune parti del murale, è solo da Manshiyat Naser che il vero significato diventa chiaro». Dalla collina si può leggere una citazione: “Chiunque voglia vedere la luce del sole ha chiaramente bisogno di asciugarsi prima gli occhi”.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Giovanna Barone

Giovanna Barone - L'arte è un mezzo per comunicare emozioni, stati d'animo ma anche un forte mezzo di comunicazione per sensibilizzare su condizioni sociali ed economiche spesso molto critiche. Il progetto di El Seed è davvero maestoso e poterlo ammirare e comprenderne il significato fa riflettere sull'importanza dell'osservare dalla giusta prospettiva e comprenderne il significato.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!