Iscriviti
Torino

"Sfida al Barocco", apre la mostra alla Reggia di Venaria

La Reggia di Venaria e i suoi giardini riaprono i battenti con le dovute misure di sicurezza e numerose nuove attività, tra le quali una mostra sul Barocco.

Arte
Pubblicato il 22 maggio 2020, alle ore 16:10

Mi piace
9
0
"Sfida al Barocco", apre la mostra alla Reggia di Venaria

I Giardini della Reggia di Venaria – da sempre molto apprezzati e meta di turisti soprattutto durante il periodo primaverile-estivo – riapriranno, sebbene a scaglioni per via dell’emergenza sanitaria, verso la fine del mese di maggio, in base a quanto ha annunciato, un paio di settimane fa, il Direttore del complesso e del Consorzio Residenze Reali Sabaude, ovvero Guido Curto. La Reggia riapre al pubblico con numerose novità, tra le quali una mostra dedicata al Barocco.

La data di riapertura dei giardini è il 23 maggio. Ovviamente bisogna attenersi alle norme e alle misure di sicurezza onde evitare assembramenti e contagi. In base alle normative vigenti, il personale è pronto ad accogliere i visitatori con la presenza di agenti di sorveglianza negli stessi giardini, termoscanner all’ingresso, oltre all’uso di mascherine di tipo chirurgico sia per il pubblico che i dipendenti stessi.

Oltre ai classici appuntamenti estivi, che sono un must, si aggiungono nuove attività, tra cui i corsi di yoga e tai chi da svolgere soltanto una ventina di persone alla volta proprio per le nuove disposizioni ed evitare problemi di varia natura ed eventuali contagi. Inoltre, in base a quanto afferma il direttore Curto, si possono anche affittare delle biciclette per escursioni che giungano fino al Parco della Mandria.

Ovviamente non mancano assolutamente le mostre con tutte le precauzioni del caso. Alla reggia di Venaria, a partire dal 30 maggio, è possibile infatti visitare la mostra dal titolo “Sfida al Barocco – Roma Torino Parigi 1680 – 1750“. Si tratta di un percorso esplorativo che racconta del Barocco e di altre forme del linguaggio e della comunicazione che parte sul finire del 1600 per poi giungere a metà del 1700.

La mostra, allestita presso la Citroniera Juvarriana, consta di più di 200 opere barocche provenienti dai musei e dalle collezioni di tutto il mondo. Un’esposizione che vede collezioni provenienti da grandi musei quali il Louvre e tantissimi altri. Si può visitarla fino al 20 settembre 2020. Per accedere bisogna prenotarsi sul sito. A tutti i visitatori sarà misurata la temperatura. Coloro che hanno una temperatura superiore ai 37.5° non potranno effettuare la visita, per cui saranno rimborsati. La mascherina è d’obbligo.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Simona Bernini

Simona Bernini - La Reggia di Venaria e i suoi giardini sono sicuramente un vanto della città di Torino e non solo e finalmente riaprono al pubblico, con tutte le dovute precauzioni e misure di sicurezza per il pubblico e gli stessi dipendenti. Molto interessante la mostra sul Barocco e il percorso che lo racconta con i grandi artisti che lo hanno reso celebre. Un modo per aprirsi alla modernità e ammirare questo stile molto amato.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!