Iscriviti
Napoli

"Quando a Napoli cadevano le bombe" va in scena al Maschio Angioino

Nell'ambito della rassegna "Estate a Napoli 2019", lo spettacolo teatrale di Aldo De Gioia ripropone al pubblico del Castel Nuovo il malcontento del popolo napoletano registratosi durante i bombardamenti del 1943.

Arte
Pubblicato il 22 settembre 2019, alle ore 21:01

Mi piace
8
0
"Quando a Napoli cadevano le bombe" va in scena al Maschio Angioino

E’ una Napoli orgogliosamente fedele ai propri principi di popolo insorgente e ribelle, vilipeso e afflitto ma mai vinto e sconfitto, quella raccontata dallo storico e regista Aldo De Gioia attraverso la rappresentazione teatrale “Quando a Napoli cadevano le bombe“.

Un’opera in due atti ideata e scritta in 10 anni che narra annedoti e vicende quotidiane vissuti durante i terribili bombardamenti del ’43, quando i napoletani trovavano rifugio tra i massi di tufo sotterranei della città, sepolti nella continua speranza di rivedere presto un sereno spiraglio di luce. 

Grazie alla manifestazione “Estate a Napoli 2019“, gli sketch in lingua napoletana saranno proposti martedì 24 settembre alle 20:30 al Maschio Angioino, al fine di rimarcare le sofferenze di un popolo ridotto allo strenuo delle proprie forze e tramandare al pubblico fatti storici che sono frutto dell’esperienza personale di De Gioia. Oltre alla sua regia, coadiuvata da Giuseppe Silvestri, sarà direttore di scena Enzo Aita, mentre le riprese video saranno affidate a Giuseppe Buono; a suggerire, invece, Ciro Ammendola. Biglietto d’ingresso 5 euro.

Lo spettacolo è già stato presentato numerose volte al pubblico partenopeo, documentando con successo un anno storico per la città, quando la grande oppressione dei tedeschi e degli Alleati fascisti, seguita dalla distruzione di abitazioni e monumenti religiosi e artistici come la Basilica di Santa Chiara, culminò nelle valorose Quattro Giornate che videro concretizzarsi la salvezza di Napoli. 

La rassegna “Estate a Napoli“, al suo 40esimo anno d’attuazione, propone spettacoli, musica, danza, arte e cinema per un periodo che va da luglio a settembre e che coinvolge il pubblico con mostre, visite guidate, festival per le periferie, visione di film e spettacoli teatrali e tanto altro alla scoperta del patrimonio artistico e culturale della città partenopea.
Per info e chiarimenti sugli eventi svoltisi e in atto è possibile consultare l’indirizzo web comune.napoli.it.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Giada Tortora

Giada Tortora - Riattraversare momenti storici attraverso attività artistiche e creative come il teatro risulta un'occasione davvero imperdibile per le nuove generazioni per rivivere momenti che hanno segnato inevitabilmente la nostra identità culturale. "Quando cadevano le bombe" e ogni evento di "Estate a Napoli" possono assolvere egregiamente a questo scopo e risultare un vademecum della nostra storia.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!