Iscriviti

Puglia, la street art diventa finalmente legge

Finanziamenti regionali fino a 4 milioni di euro per "colorare" le città pugliesi e un premio annuale alla migliore opera di strada, il "best street art work".

Arte
Pubblicato il 22 giugno 2020, alle ore 09:29

Mi piace
8
0
Puglia, la street art diventa finalmente legge

Finalmente è stato fatto un passo in avanti al fine di promuovere e di sostenere l’arte urbana nel terrritorio: la regione Puglia legalizza la street art. La proposta di legge recante “disposizioni per la valorizzazione, promozione e diffusione della street art“, sottoscritta dai consiglieri Enzo Colonna e Sabino Zinni, è stata ufficialmente appoggiata, e quindi approvata, dalla commissione regionale.

Aumenta anche il finanziamento destinato all’arte urbana, raggiungendo la cifra esorbitante di 3 milioni 640mila euro, dopo che, nell’estate del 2019, il finanziamento che la regione aveva messo a disposizione per l’arte urbana era di 450mila euro. La regione ha già annunciato investimenti tali da poter finanziare progetti artistici e laboratori nei molti comuni pugliesi. Una delle più grandi novità di questa legge, infatti, è che ogni comune dovrà stilare una lista di spazi, sia pubblici che privati, disponibili per le opere degli street artists.

L’impegno che si prende la regione Puglia con questa nuova legge è quello di controllare in modo periodico le opere di street art realizzate, facendone un vero e proprio censimento. Le opere poi verranno diffuse mediante i portali regionali, primo fra tutti cartapulia.it, sito regionale dedicato alla carta dei beni culturali.

A essere diffusi online saranno soprattutto murales e graffiti, con lo scopo finale di segnalarli al pari di musei e altre attrattive. Ma non è finita: la nuova legge entrata in vigore prevede anche un prestigioso premio annuale, il “best street art work“, da assegnare alle migliori opere urbane realizzate sul territorio.

In pratica la nuova legge, unica nel suo genere (almeno in Italia), riconosce il valore di quest’arte molto spesso criticata o generalmente mal compresa. Finalmente l’arte urbana, l’arte di strada, verrà riconosciuta, avrà spazi dedicati dove potersi esprimere e aiuterà a rendere più belle tutte quelle zone degradate e periferiche delle città pugliesi.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Chiara Davini

Chiara Davini - In un momento come quello che stiamo vivendo, abbiamo finalmente fatto un passo in avanti per far si che la street art abbia il suo giusto riconoscimento, al pari di qualsiasi altra forma d'arte. Credo sia anche un buon modo di dare una mano alla riqualificazione degli spazi urbani e un'ottima occasione per avvicinare anche i giovani al mondo dell'arte.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!