Iscriviti

Per tutta l’estate la mostra dell’artista Gipi a Palazzo Blu a Pisa

Gian Alfonso Pacinotti, in arte Gipi, è uno dei maggiori protagonisti dell'arte della seconda metà del Novecento in Italia. Un artista poliedrico, a cui è dedicata la mostra: "Gipi - Storie d’artista".

Arte
Pubblicato il 23 giugno 2019, alle ore 11:16

Mi piace
10
0
Per tutta l’estate la mostra dell’artista Gipi a Palazzo Blu a Pisa

Gian Alfonso Pacinotti è un’artista poliedrico che, nato a Pisa nel 1963, ha iniziato la sua carriera in Italia, diventando sempre più noto per la pittura fortemente grafica, nel senso artistico e come fumettista, con uno stile cupo e visionario, ben lontano da quello che ci si aspetta per un autore di graphic novels, ma la sua produzione comprende anche acquarelli ed oli, molti dei quali saranno in mostra dal 15 giugno al 13 ottobre 2019 a Palazzo Blu a Pisa, a due passi da Corso Italia, sul Lungarno.

Gipi di base è fumettista, ma ha esplorato la pittura, arte molto vicina, oltre che la regia e la scrittura ed ha ricevuto numerosi riconoscimenti internazionali nel corso degli anni per le sue opere, come il Premio Goscinny e Miglior Libro al Festival di Angôuleme del 2006 per “Appunti”, un racconto di guerra che la rivista “Lire” ha considerato come uno dei 20 migliori libri del 2005.

Ha vinto inoltre il premio Max und Moritz, vinto anche questo nel 2006 per il romanzo “Gli Innocenti” come miglior libro straniero al Festival del fumetto di Erlangen. Al Festival Comicon di Napoli nel 2004  ha vinto il  premio Micheluzzi come miglior disegnatore con “Esterno Notte” e nel 2005 con “Questa è la stanza”. Nel 2019 è stato nominato Magister dell’edizione.

Nel 2014 la graphic novel “Unastoria” entra fra i dodici finalisti del Premio Strega, segnando un punto di svolta nella critica moderna. Gipi è anche regista e partecipa al prestigiosissimo Festival di Venezia con due pellicole d’autore: nel 2011 con “L’ultimo terrestre” e nel 2018 con “Il ragazzo più felice del mondo”, ambedue molto apprezzate dalla critica.

La mostra è ospitata nei corridoi e nelle sale del prestigioso Palazzo Blu di Pisa, che in passato ha visto retrospettivie di grandissimi artisti, da Dalì a Magritte e che per il quinto anno apre anche in estate ai suoi visitatori, con le sue mostre e la possibilità di visitare le sale originali del palazzo in tutto il loro splendore.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marco Barsanti

Marco Barsanti - Ho visitato molte mostre a Palazzo Blu e credo che andrò a vedere anche questa, ma più in avanti, verso settembre, quando c'è meno dislivello di temperatura. Una buona occasione se state visitando Pisa o se avete intenzione di farlo. Le mostre sono sempre molto curate e l'autore riesce ad entrare nel profondo della psiche umana.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!