Iscriviti

Firenze, Uffizi: una nuova sala dedicata a Raffaello e Michelangelo

Due degli artisti più importante dell'arte, ovvero Raffaello e Michelangelo, sono esposti in una unica sala inaugurata agli Uffizi di Firenze che celebra questi due grandi geni.

Arte
Pubblicato il 5 giugno 2018, alle ore 16:21

Mi piace
11
0
Firenze, Uffizi: una nuova sala dedicata a Raffaello e Michelangelo

Gli Uffizi, il museo più importante di Firenze e anche del mondo, ha inaugurato una sala dedicata alle opere di due maestri dell’arte, ovvero Raffaello e Michelangelo, le cui opere saranno esposte insieme. Una gioia meravigliosa per tutti gli appassionati di arte e per chi ama queste due icone che hanno donato tantissimo con i loro quadri e opere.

Le loro opere saranno esposte nella sala numero 41 del corridoio di ponente, che sino ad ottobre di due anni fa, era adibita per i dipinti di Sandro Botticelli. Ora questa sala permetterà di capire ancora meglio i lavori di questi due straordinari artisti, oltre al profondo legame che li univa e agli scambi vissuti nel periodo tra il 1504 e il 1508 quando entrambi erano nel capoluogo toscano.

La sala, inaugurata a Firenze agli Uffizi, non vuole solo celebrare le due figure di Raffaello e Michelangelo, compresi i loro lavori, ma anche il Rinascimento italiano di cui sono i capostipiti. Tra i capolavori dei due artisti, si può ammirare anche il Tondo Doni e la Madonna del Cardellino. Il 9 luglio sarà invece inaugurata una area interamente dedicata ai capolavori di Leonardo.

Il direttore delle gallerie, ovvero Eik Schmidt, spiega in questo modo la sala dedicata ai due artisti:“la nuova installazione sostituisce all’esibizione paratattica di capolavori isolati e feticizzati il principio del dialogo tra le opere, gli artisti e i loro committenti, e invita gli spettatori a scoprire e ripercorrere gli scambi artistici tra i grandi del passato”.

Per quanto riguarda le opere di Michelangelo, i dipinti sono dentro a delle teche che permettono al visitatore di vederli da una distanza ravvicinata. Inoltre, le condizioni all’interno delle teche sono ottime, il che permette alle opere di conservarsi e inoltre sono stati inseriti dei requisiti antisismici per proteggere le opere e fare in modo che non si distruggano.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Simona Bernini

Simona Bernini - Per chi ama l'arte come me vedere insieme in una stessa sala due maestri come Raffaello e Michelangelo è qualcosa di impossibile da descrivere. Hanno dato vita a qualcosa di meraviglioso e straordinario. Vedere le loro opere in una stessa sala sarà come fare un salto nel passato e rivivere quei fasti. Non vedo l'ora di poterli ammirare!

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!