Iscriviti
Torino

"Capa in color", la mostra fotografica di Robert Capa a Torino

Le fotografie di Robert Capa, celebre fotografo rinomato in tutto il mondo, sono in mostra presso Sale Chiablese dei Musei Reali a Torino. Un'occasione per apprezzare le sue fotografie a colori che giungono in Italia per la prima volta.

Arte
Pubblicato il 5 ottobre 2020, alle ore 15:07

Mi piace
8
0
"Capa in color", la mostra fotografica di Robert Capa a Torino

Torino, da sempre culla di arte e di grandi artisti, apre la stagione della cultura e dell’arte ospitando la mostra di fotografie a colori del celebre fotografo Robert Capa. Sono fotografie a colori che vengono esposte per la prima volta in Italia, per la precisione, nel capoluogo piemontese. Dal 26 settembre al 31 gennaio 2021, presso le Sale Chiablese dei Musei Reali, è possibile vedere questa collezione inedita.

La mostra intitolata “Capa in color” nasce con lo scopo di celebrare il grande fotografo che ha fondato nel 1947 l’Agenzia Magnum Photos nel 1947 insieme ad altri grandi artisti del suo campo, ovvero Henri Cartier-Bresson, George Rodger, David Seymour e William Vandiver. L’esposizione torinese presso Sale Chiablese ospita più di 150 fotografie rigorosamente a colori.

Solitamente le foto e le mostre dedicate a Capa sono in bianco e nero e rappresentano alcune delle più importanti immagini dei conflitti del Novecento di cui lo stesso fotografo è stato protagonista e ha immortalato, come quelle che vanno dal 1936 al 1954. Sono immagini e scatti che mostrano tutta la crudeltà e l’atrocità del conflitto bellico.

Grazie alla mostra fotografica che si tiene a Torino, lo spettatore ha modo di approcciarsi a questo fotografo, alla sua storia e anche ai mezzi che ha utilizzato per scattare le sue leggendarie fotografie. Inoltre, è anche l’occasione per verificare come ha usato il colore in questi anni, soprattutto durante i reportage che sono stati realizzati negli anni dal 1941 al 1954, anno della sua morte.

Il progetto e la mostra fotografica nel capoluogo piemontese nasce grazie a Cynthia Young, curatrice della Collezione al Centro Internazionale di Fotografia di New York. Oltre ai conflitti bellici, sono anche rappresentate immagini iconiche dell’alta società come le stazioni sciistiche di note località e le spiagge francesi di Biarritz e altri luoghi rinomati. La mostra è aperta dal martedì alla domenica nei seguenti orari dalle 9 alle 19.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Simona Bernini

Simona Bernini - Sicuramente una mostra che attirerà tantissimi appassionati e conoscitori di questo fotografo che ha saputo raccontare, come nessun altro, le emozioni, i momenti salienti e tragici dei vari conflitti bellici. Un'occasione per scoprirlo e innamorarsene. Poi le sue foto a colori sono sicuramente una novità che il capoluogo piemontese ha l'onore di ospitare e che io non mi farò mancare l'occasione di vedere.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!