Iscriviti

WhatsApp testa il Live Location nelle chat individuali, ed è polemica

WhatsApp, nelle scorse ore, è finita al centro di un vero vespaio di polemiche, a causa di una funzione di Live Location, attualmente in test anche nelle chat individuali (oltre che in quelle di gruppo): ecco di cosa si tratta.

Software e App
Pubblicato il 17 aprile 2017, alle ore 12:13

Mi piace
9
Preferiti
0
WhatsApp testa il Live Location nelle chat individuali, ed è polemica
Pubblicità

Nelle ultime ore, WhatsApp è finita al centro di un vero e proprio vespaio di polemiche, a causa di una funzione che sarebbe pronta ad introdurre, tanto nelle chat di gruppo, quanto in quelle individuali: parliamo del “Live Location”, che permetterebbe di far sapere, step by step, la propria posizione. 

Una funzione del genere è stata già implementata, qualche giorno fa, in Google Maps: nella fattispecie, l’utente del servizio potrebbe scegliere gli utenti ai quali far sapere, per un certo lasso di tempo regolabile, la sua posizione. Il tutto sarebbe monitorabile grazie a un link, che aprirebbe una GMap interattiva sul device dell’interlocutore: naturalmente, il tracking potrebbe essere interrotto in qualsiasi momento. 

Qualcosa di simile, in verità, WhatsApp l’aveva già testato – in quel di Febbraionelle chat di gruppo, ove un utente poteva far conoscere, in tempo reale, dove si trovava, in modo che i suoi interlocutori sapessero quanto tempo mancasse all’incontro nel luogo prescelto per un dato evento collettivo (un raduno, una cena, una gita, etc).

Il medesimo meccanismo, secondo le segnalazioni di diversi utenti (perplessi) e le conferme di WABetaInfo, sarebbe stato avvistato anche all’interno di alcune chat individuali: in sostanza, l’opzione in questione sarebbe – di defaultdisattivata e l’utente dovrebbe fornire il proprio consenso a farsi monitorare la posizione, rilevata tramite il GPS, per un lasso di tempo che può essere limitato (a 1, 2, 5 minuti) o indefinito (senza limiti).

Per poter sfruttare sin da subito quest’opportunità, e risparmiarsi di dover scrivere dei messaggi di avvertimento ai propri interlocutori, è necessario dotarsi della beta 2.16.399 di WhatsApp per Android, o della beta 2.17.3.28 di WhatsApp per iOS: tuttavia, sembra che il test sia limitato a pochi utenti di entrambe le piattaforme e che, per forzarne l’attivazione, si debba ricorrere all’app di terze parti “WATweaks” che, tuttavia, necessita dei diritti di root.

In ogni caso, nell’eventualità di feedback positivi, il Live Locator potrebbe fare la sua comparsa in WhatsApp entro un paio di mesi. 

Altre notizie interessanti
Cosa ne pensa l’autore

Fabrizio Ferrara - Da un certo punto di vista, capisco anche l'introduzione di una simile funzionalità nelle app di navigazione, ed in quelle di messaggistica: l'utilità pratica c'è, ed è evidente. Tuttavia, molta differenza verrà fatta - in termini di rispetto della privacy - dal come verrà effettivamente implementata cotal feature: dovrà essere ben facile trovare l'opzione in questione, e sapere quando sia attiva, e quando no.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!