Iscriviti
scrivi

Siempo, lo smartphone intelligente che cura la dipendenza da display

Dalla California giunge l'idea di una giovane start-up di talenti, che ha realizzato "Siempo", lo smartphone intelligente che propone di fare l'essenziale, senza distrazioni e fronzoli, per - poi - tornare "a vivere". Ecco di cosa si tratta.

Smartphone e Tablet
Pubblicato il 20 marzo 2017, alle ore 12:52

Mi piace
16
Preferiti
0
Siempo, lo smartphone intelligente che cura la dipendenza da display
Pubblicità

Gli smartphone di oggi sono ipercompleti, e soddisfano qualsiasi esigenza, tanto che è difficile staccare gli occhi dai loro display: alcune amministrazioni (Corea, Olanda, Germania) hanno pensato di risolvere il problema in modo creativo, ma la soluzione potrebbe venire da una start-up con base a Oakland, California, che sta per commercializzare “Siempo”, uno smartphone molto originale.

Siempo, va detto, è uno smartphone in tutto e per tutto funzionante, ben diverso dal progetto “NoPhone” (blocco di gomma con le fattezze di un telefono): al suo interno – dietro un display da 4 pollici fortificato col Gorilla Glass – troviamo un processore a otto core, cloccato a 1 GHz, ed abbinato a uno storage da 8 GB. Le connettività sono presenti, con il NFC, il GPS, il Bluetooth, ed il Wi-Fi, come pure le fotocamere (sulle quali non è stato specificato molto): la batteria, poi, da 1800 mAh, pur poco capiente, usufruisce di una tecnologia di ricarica rapida.

E, sì: c’è anche Android, o meglio una versione del robottino verde customizzata per far fare alle persone le cose essenziali, restituendo loro il controllo delle proprie vite.

Siempo, infatti, NON ha uno store, e si basa su poche applicazioni essenziali pre-installate come “chiamate”, “messaggi”, “contatti”, “blocco note”, “calendario”, “orologio”, “meteo”, “Google Maps”, “player”, alle quali si va ad aggiungere un’app per le meditazioni. Le notifiche di queste app possono essere silenziate per 15, 30, o 60 minuti, premendo un pulsante fisico in alto a destra, e lasciando attive solo quelle dei contatti davvero importanti: insomma, distrazione e stress ridotti all’osso. 

Un’altra accortezza che Siempo – o meglio la sua intelligenza artificiale – mette in pratica è quella di aiutare le persone a concentrarsi sulle cose da fare (il Mindful morning), ovvero sugli impegni e le routine preimpostate per l’inizio giornata, senza distrazioni: internet, in effetti, viene disabilitato in questa fase. Anche le app principali, poi, come il browser o il client di posta elettronica, sono state ridisegnate all’insegna della semplicità, con poche opzioni, in modo da favorire un approccio di tipo “mono-tasking”: il principio, insomma, è di fare la specifica cosa cui tocca adempiere, in modo – in seguito – da poter risollevare gli occhi al cielo, e verso ciò che ci circonda.

Siempo è attualmente in crowfounding su Kickstarter, ove è possibile prenotarlo a 280 dollari, con un risparmio rispetto al prezzo finale di 319 dollari: le spedizioni, in caso di campagna conclusa con esito favorevole, sono previste entro fine anno, anche verso il Vecchio Continente. 

Altre notizie interessanti
Cosa ne pensa l’autore

Fabrizio Ferrara - L'idea è molto carina, e mi sono chiesto se non fosse possibile attuarla già con la modalità "air" presente su tutti i moderni smartphone: la risposta, a mio avviso, è "No". Credo che, per disintossicarsi dallo smartphone, usandolo in modo consapevole, si debba proprio passare attraverso uno smartphone come Siempo che, anche a costo di scelte radicali, impone di fare l'essenziale, e di restituire a se stessi il resto del tempo. Poi, quando questo sarà stato assimilato, si potrà tornare al proprio, vecchio, top di gamma, in modo da usarlo in modo più ragionato, e sensato.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!