Iscriviti

Lenovo Flex 11, un Chromebook convertibile corazzato e super autonomo

Lenovo, nota azienda informatica cinese, erede del brand IBM, ha comunicato la prossima commercializzazione del suo nuovo Chromebook, il Flex 11, in versione convertibile, con super autonomia, e resistenza alle cadute.

Hi-Tech
Pubblicato il 20 aprile 2017, alle ore 11:24

Mi piace
9
0
Lenovo Flex 11, un Chromebook convertibile corazzato e super autonomo
Pubblicità

Secondo i dati più recenti, il settore dei computer è di nuovo in crescita, soprattutto grazie a nuove categorie di prodotti, come i convertibili, gli ibridi, ed i Chromebook. Proprio a quest’ultima categoria appartiene l’ultimo nato in casa Lenovo, il Flex 11, un convertibile molto resistente, animato dal sistema operativo ChromeOS.

Lenovo Flex 11 ha dimensioni compatte (296x206x21,2 mm) ma un peso (1.35 kg) un po’ sopra la media della sua categoria: un fastidio tutto sommato accettabile, se si pensa che è servito per corazzare il device contro cadute significative (da 75 cm di altezza).

La potenza di calcolo del Lenovo Flex 11 si appoggia su un processore a quattro core, un ARM, cloccato a 2.10 GHz ed abbinato a 4 GB (LPDDR3) di RAM: lo storage è poco capiente, pari a 32 GB (eMMC), ma – oltre ad essere spandibile grazie allo slot per le schede SD, è più che sufficiente per il sistema operativo di bordo. 

L’interazione con i dati avviene sia tramite la tastiera, resistente alle infiltrazioni d’acqua (1 tazza, o 330 ml), sia tramite il display IPS multi tocco: quest’ultimo, dalla diagonale di 11.6 pollici, ha una risoluzione HD (1366×768 pixel) ed un trattamento anti-riflesso che ne rende comodo l’uso anche all’esterno. Può essere ruotato di 360° attorno all’asse della cerniera orizzontale, assumendo tutte e 4 le posizioni tipiche dei convertibili (notebook, tablet, tenda, stand), secondo la particolare tipologia di contenuto fruito. Sulla cornice superiore del display, ovviamente, non manca una classica webcam HD (720p).

Completo appare anche il set delle connettività e delle porte d’espansione a bordo del Lenovo Flex 11: tra le prime, troviamo il supporto al Wi-Fi 802.11a/g/n/ac, mentre – tra le seconde – è possibile annoverare una porta HDMI, un jack combo da 3,5 mm per cuffie e microfono, due porte USB Type-A ma 3.0, e – una per lato – due porte USB Type-C. Queste ultime possono essere adoperate anche per ricaricare la batteria, di capienza imprecisata, ma capace di garantire un’autonomia di 10 ore.

Il Lenovo Flex 11 sarà equipaggiato con Chrome OS, dotato di alcune app pre-impostate, aggiuntive a quelle prelevabili dal Chrome Web Store: in seguito, secondo quanto comunicato dall’azienda, verrà distribuito anche il supporto all’Android PlayStore, che renderà possibile avvalersi delle classiche app cui siamo abituati sugli smartphone del robottino googleiano.

Prezzo? Appena 279 dollari, con esordio fissato – nel mercato americano – a partire dalla fine del mese corrente (Aprile 2017). 

Altre notizie interessanti
Cosa ne pensa l’autore

Fabrizio Ferrara - Sino a poco tempo fa, onestamente, ritenevo del tutto inutili i Chromebook: potevano essere usati esclusivamente online, ed il sistema operativo ChromeOS aveva assai poche app. In seguito, però, questa categoria è stata un po' migliorata, ed ora potrà disporre anche delle tante app presenti su Android: il Lenovo Flex 11, a questi vantaggi, aggiunge ottime specifiche - per un uso mobile - quali la resistenza, l'autonomia, ed il trattamento anti-riflesso del display. Peccato manchi un modulo 3G/4G.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!