Iscriviti

MemoShape, videogame minimale per allenare la propria memoria

Se siete cresciuti nel mito del "Dr. Kawashima", e dei giochi di brain training così popolari sulla vecchia Nintendo DS, troverete senz'altro stimolante cimentarvi in "MemoShape", gratuito per Android, in modo da migliorare memoria e reattività.

Games
Pubblicato il 27 gennaio 2017, alle ore 18:55

Mi piace
15
0
MemoShape, videogame minimale per allenare la propria memoria
Pubblicità

Una categoria di videogiochi che gode di grande consenso è quella del “brain training”, con riferimento a quei titoli che hanno come scopo quello di migliorare le capacità mentali, in termini di memoria, capacità di calcolo, di decodifica, reattività, creatività, etc.

Se non avete potuto cimentarvi con il bellissimo “Brain Training del Dr. Kawashima”, edito per Nintendo DS, non v’è problema: nel Play Store di Android vi è un titolo ugualmente piacevole, per giunta gratuito, che risponde al nome di “MemoShape”.

“MemoShape”, con sottotitolo eloquente di “Brain Training Game”, è un videogame realizzato dal programmatore Miguel Haba, in forma del tutto gratuita, grazie alla presenza, tra una manche e l’altra, di schermate pubblicitarie. 

Lo scopo del gioco, una volta installato, è molto semplice. Bisogna memorizzare, in prima battuta, una forma (shape) associandola ad un particolare parametro: all’inizio sarà il colore, poi si passerà a qualcosa di più complesso, come l’inclinazione, o una lettera.

L’associazione in questione, superata la fase di memorizzazione (9 secondi, comunque skippabili per i più bravi), dovrà – poi – essere riconosciuta all’interno di una griglia: la difficoltà sta nel fatto che la griglia avrà molte righe e colonne (6×7) in cui i vari blocchi – frutto delle combinazioni succitate – saranno disposti in modo sempre casuale. Inoltre, non ci si potrà nemmeno prendere tutto il tempo che si vuole: il tempo scorre inesorabile, e a nulla vale l’indovinare se si finisce nell’over time. 

Tutto qui? Assolutamente no: il gioco è in grado di procedere in un iter virtualmente infinito, grazie alla successione di livelli sempre più difficoltosi, in cui si aggiungeranno nuovi blocchi, più combinazioni da riconoscere in contemporanea, e minor tempo a disposizione. Per essere bravo, assicura il programmatore, bisogna almeno totalizzare un punteggio a due cifre!

Tra gli elementi di merito di MemoShape, citiamo il salvataggio del miglior punteggio ottenuto, con la logica motivazionale di indurre l’utente a superarsi, e migliorarsi, come capacità mnemonica e reattiva, e la grafica generale, quasi in material design, del tutto priva e spoglia di elementi di distrazione. 

Altre notizie interessanti
Cosa ne pensa l’autore

Fabrizio Ferrara - Ho testato questo gioco che, a parole, sembrava molto più complesso di quanto non sia nella pratica: attenzione! Non sto dicendo che il gioco sia semplice: diversamente, tale è solo il meccanismo di funzionamento. Per il resto, la difficoltà c'è eccome, ed è progressiva, secondo i vari meccanismi citati in sede di articolo. Avevo già provato qualcosa del genere, su un sito web molto popolare, ma - in ambito mobile - non avevo trovato nulla che mi soddisfacesse: il gioco in questione, MemoShape, permette di migliorare la memoria, la reattività, ma anche quei processi logico-matematici che presiedono alla combinazione di più fattori in un elemento risultante. Diciamo che è un buon sistema per "rodare" il cervello, quando si hanno anche solo 5 minuti a disposizione.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!