Iscriviti

"Bushido Saga", la leggenda dei samurai rivive in chiave videoludica

La leggenda giapponese dei 47 ronin, con tanti coraggiosi samurai intenti a vendicare il proprio Signore, torna a rivivere - anche in chiave videoludica - grazie all'ultima creazione della Pandora Games Studio, "Bushido Saga - Nightmare of the Samurai".

Games
Pubblicato il 1 febbraio 2017, alle ore 17:51

Mi piace
7
0
"Bushido Saga", la leggenda dei samurai rivive in chiave videoludica
Pubblicità

Chi ha avuto modo di cimentarsi con il bellissimo Shinobi, titolo per le consolle Sega, conoscerà l’atmosfera dei videogame ambientati nell’antico Giappone, al tempo dei samurai, e dei ninja. Proprio in questo periodo storico, è ambientato anche il gioco recentemente distribuito da Pandora Games Studio, “Bushido Saga – Nightmare of the Samurai”, che fa chiaramente riferimento alla famosa leggenda dei 47 ronin.

I 47 ronin erano samurai che, intorno al 1700, rimasti privi del loro padrone, decisero di vendicarsi di colui che ne aveva causato la morte. Nel videogame in questione, siamo uno di questi ronin, precisamente Ōishi Kuranosuke, che si risveglia in seguito ad un incubo nel quale un’ombra paventava qualcosa di terribile per il suo Signore, Asano Naganori, lo shogun del feudo di Ako.

Sin da subito, appare evidente, secondo i “segni” premonitori, che sia in corso una cospirazione contro lo shogun del posto e, manco a dirlo, toccherà proprio al nostro eroe sventarla: Kuranosuke si muoverà all’interno di ambientazioni davvero ben curate e poetiche, sia sotto il profilo grafico, che sonoro, e finirà con l’imbattersi in vari servitori del nemico, tutti – ovviamente – da affrontare nella migliore logica dei giochi “hack & slash”.

Nel combattere, il nostro ronin dovrà far conto sulle sue abilità di mimetizzazione, di corsa furtiva, e sulle sue doti atletiche, ma anche sulla capacità di usare l’arma giusta contro il nemico giusto: in tal senso, l’armamentario offrirà diverse opzioni, tra le quali spade, lance, alabarde, archi, ognuna delle quali avrà un suo punto di forza. L’abilità del nostro ronin si esplicherà nel capire i punti deboli del nemico e, evitando di farsi accerchiare, ottimizzando una buona combinazione di difesa e attacco, nel fare ricorso all’arma più idonea. 

Raccogliendo monete lungo il percorso, sarà possibile sbloccare nuove abilità, ed arricchire il proprio set di armi: opzioni – queste – che possono essere ottenute, in minor tempo, facendo conto sugli occasionali acquisti in-app presenti all’interno di questo gioco, in ogni caso, free-to-play (con la classica formula freemium).

I controlli del gioco sono ottimizzati per l’uso su smartphone e, quindi, non fanno ricorso agli scomodi pad virtuali, ma – piuttosto – si basano su swipe e tap, e su movimenti molto fluidi ed armonici, quasi da danza. 

“Bushido Saga – Nightmare of the Samurai” è disponibile al download nell’iTunes Store, per i dispositivi iOS, e nel Play Store, per i device Android, e promette diverse ore di divertimento in un gameplay che, come pochi, sembra aver curato molto anche la parte narrativa, e dei dialoghi. 

Altre notizie interessanti
Cosa ne pensa l’autore

Fabrizio Ferrara - Ho dato un'occhiata alla leggenda dei 47 ronin, della quale avevo già sentito parlare in passato, e l'ho trovata molto affascinante: non mi stupisce che - ne 2013 - ne abbiano tratto un film, con protagonista Keanu Reeves. In effetti, poche cose come le leggende si prestano ad una narrazione coinvolgente, come quella di un film o, nella fattispecie oggetto di quest'articolo, di un videogame: sotto questo punto di vista, "Bushido Saga - Nightmare of the Samurai" è davvero ben curato, appassionante, e intrigante. Non è solo intrattenimento, ma qualcosa di più, quasi come leggere un buon libro: con la differenza, però, di dover far ricorso ad una prontezza di riflessi tutt'altro che scontata.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!