Iscriviti

MotoGP: il mondiale 2020 potrebbe essere cancellato

Dopo l’annullamento del Gran Premio del Qatar e il rinvio di altre sette gare, la Dorna Sports non esclude la possibilità di annullare l’intera stagione.

Motociclismo
Pubblicato il 9 aprile 2020, alle ore 21:06

Mi piace
8
0
MotoGP: il mondiale 2020 potrebbe essere cancellato

Dopo il rinvio al 2021 delle Olimpiadi di Tokyo e del Campionato Europeo di calcio, a seguito dell’emergenza sanitaria per il diffondersi del Covid-19, anche il motomondiale potrebbe non svolgersi quest’anno. Un’ipotesi che la Dorna Sports, organizzatrice della manifestazione, non scarta, dopo il recente rinvio a data da destinarsi anche del GP d’Italia e del GP di Catalogna.

L’obiettivo principale della società spagnola, si legge in un comunicato stampa, resta sempre quello di ricominciare a correre non appena ci saranno le condizioni per farlo. L’ipotesi, ma soprattutto la speranza, è quella di riuscire a far disputare una stagione con un numero minimo di gare, con un calendario intenso, eliminando la pausa estiva e concludendo il tutto entro la fine dell’anno.

La Dorna Sports, comunque, ha tenuto a precisare che tutte le decisioni saranno prese in linea con i consigli della salute e le disposizioni delle autorità competenti. Ovviamente, se la pandemia non dovesse dare tregua, continuando a limitare gli spostamenti, in ultima spiaggia si valuterà l’annullamento dell’intera stagione.

Il motomondiale è iniziato l’8 marzo con il GP del Qatar, ma solo per la Moto2 e la Moto3. Infatti, a seguito delle restrizioni del governo locale, che non consentiva l’ingresso degli italiani nel proprio paese, salvo sottoporsi ad una quarantena di 14 giorni, la Dorna Sports aveva dovuto annullare la gara della classe regina, perché i piloti non erano ancora arrivati sul posto. Discorso diverso per i team di Moto2 e Moto3, che si trovavano già a Losail per i test in pista.

Dopo questa gara è toccato al GP della Thailandia il rinvio dal 22 marzo al 4 ottobre. Stessa sorte per il GP delle Americhe, spostato dal 5 aprile al 15 novembre, e per il GP d’Argentina, rinviato dal 19 aprile al 22 novembre. Con il diffondersi del coronavirus in tutto il Mondo, nei giorni scorsi sono arrivati anche i rinvii a data da destinarsi per il GP di Spagna, il GP di Francia, il GP d’Italia e il GP di Catalogna.

Attualmente la prima gara in calendario è il GP di Germania in programma il prossimo 21 giugno, ma le possibilità che si possa correre per il momento appaiono molto remote.

Ecco l’attuale calendario della Moto GP

  • 21 giugno GP di Germania
  • 28 giugno GP d’Olanda
  • 12 luglio GP di Finlandia
  • 9 agosto GP della Repubblica Ceca
  • 16 agosto GP d’Austria
  • 30 agosto GP di Gran Bretagna
  • 13 settembre GP di San Marino e della Riviera di Rimini
  • 27 settembre GP d’Aragona
  • 4 ottobre GP di Thailandia
  • 18 ottobre GP del Giappone
  • 25 ottobre GP d’Australia
  • 1 novembre GP della Malesia
  • 15 novembre GP delle Americhe
  • 22 novembre GP d’Argentina
  • 29 novembre GP della Comunità Valenciana

Data da definire per GP di Spagna, il GP di Francia, il GP d’Italia e il GP di Catalogna.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Costantino Ferrulli

Costantino Ferrulli - Anche la MotoGP sta subendo gli effetti negativi del coronavirus. Essendo una manifestazione che si ripete ogni anno, non è possibile posticiparla come fatto per Olimpiadi e Campionati Europei di calcio. Occorre pertanto correre entro l’anno solare, ma visto come stanno le cose, credo che tra qualche settimana il Motomondiale sarà annullato, salvo magari fare a fine anno 4/5 gare senza assegnare il titolo, ma solo per ritornare a gareggiare.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!