Iscriviti

Ninebot B30C e B80C: da Xiaomi gli scooter elettrici low cost ideali per la città

Grazie alla piattaforma Youpin di Xiaomi arrivano sul mercato due nuovi scooter elettrici di Ninebot Segway, noti come Ninebot B30C e B80C da Xiaomi, con percorrenza massima da 75 km, impianto frenante composito, e diverse funzionalità smart.

Moto
Pubblicato il 25 ottobre 2020, alle ore 19:36

Mi piace
3
0
Ninebot B30C e B80C: da Xiaomi gli scooter elettrici low cost ideali per la città

La grande diffusione della mobilità elettrica, anche grazie agli incentivi concessi negli ultimi tempi (anche in Italia), sta spingendo non poco anche il mercato degli spostamenti green a corto raggio, come quelli assicurati dalle bici elettriche, dai monopattini, e dagli scooter a zero emissioni. Proprio in quest’ultimo campo, Ninebot by Segway, brand cinese partecipato da Xiaomi, ha annunciato una coppia di nuovi modelli, i Ninebot B30C e B80C, degni compagni di listino dell’ancor recente Ninebot C30.

Ninebot B30C e B80C, praticamente lo stesso modello, a parte qualche differenza in termini di autonomia, assumono le forme di uno scooter minimale ma giovanile (in 4 combinazioni bitonali), mosso da un motore da 400 W, capace di produrre una velocità massima di 25 km/h: la batteria, da 12 Ah nel B30C, assicura un’autonomia in percorrenza pari a 35 km, adeguata a muoversi nelle città, senza trascurare le zone a traffico limitato. Dovendosi cimentare anche nei collegamenti da città a città, è d’uopo convergere sul Ninebot B80C, cui la batteria da 24 Ah offre un’autonomia ben maggiore, stimata in 75 km totali. 

L’impianto frenante degli scooter elettrici Ninebot B30C e B80C è il medesimo, di tipo composito, nello specifico caratterizzato da freni a disco per lo pneumatico anteriore, e da freni a tamburo per quello posteriore: da segnalare, sempre nell’ottica di una percorrenza sicura e comoda, la presenza, sul retrotreno, di un sofisticato sistema di ammortizzazione, in grado di intervenire anche sulle più lievi irregolarità del manto stradale. 

Tipici scooter smart, i Ninebot B30C e B80C montano un sistema di geolocalizzazione GPS (con Beidou), ideale per rilevare il veicolo qualora venga spostato nonostante risulti bloccato o spento, ed interagiscono con lo smartphone, dal quale possono essere monitorati in remoto, impiegabile anche per bloccare/sbloccare (via NFC) il veicolo.

Mediante la sensoristica del sistema RideyGo, invece, vengono ottenute molte altre funzionalità, tra cui il rilevamento smart del guidatore, con la conseguenza che lo scooter si blocca entro 3 secondi se nessuno è seduto sul sellino, facendo lo stesso anche nell’eventualità si riscontri una seduta impropria, o non venga rilevato alcun movimento. Al momento, gli scooter Ninebot B30C e B80C sono commercializzati in Cina, mediante il crowdfunding di Xiaomi (Youpin), al prezzo – rispettivamente – di 2.599 yuan (pressappoco 328 euro) e 4.999 yuan (circa 630 euro). 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Caspita: non sarebbe male se potessero esser distribuiti anche in Italia gli scooter Ninebot B30C e B80C: immagino che, in tal caso, costerebbero molto (e sottolineo molto) di più di quanto sia il loro attuale listino (per giunta promozionale, trattandosi di Youpin) cinese. Tuttavia, se si desidera diffondere la mobilità green, oramai anche individuale, stanti le necessità di distanziamento sociale, è su veicoli del genere che occorrerà spingere, a suon di sovvenzioni.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!