Iscriviti

Vettel sul suo deludente fine di stagione: “Non lascerò la Ferrari”

Nonostante stia attraversando un’innegabile crisi di risultati, Sebastian Vettel ha voluto ribadire che non ha nessuna intenzione di abbandonare la Ferrari. Anche se il distacco in classifica si fa proibitivo, il tedesco non ha alcuna intenzione di arrendersi

Formula 1
Pubblicato il 12 ottobre 2018, alle ore 19:23

Mi piace
11
0
Vettel sul suo deludente fine di stagione: “Non lascerò la Ferrari”

Con sole quattro gare alla fine del campionato, le speranze della Ferrari di portarsi a casa il mondiale si sono ridotte al lumicino. L’unico modo per rimettersi in gioco sarebbe un miracolo: il distacco di 67 lunghezze da Lewis Hamilton equivale infatti ad una vera e propria sentenza. Già con la prossima gare in Texas, il pilota della Mercedes si giocherà il primo match ball mondiale. A quel punto potrà fregiarsi del quinto titolo, eguagliando un mito della Formula 1 come Juan Manuel Fangio.  

Mentre Hamilton sta per mettere le mani sul titolo, Vettel attraversa invece uno dei periodi più bui da quando si è accasato con la Rossa. Il tedesco è stato da più parti criticato per i troppi sbagli commessi durante la stagione; errori che di fatto lo hanno estromesso dalla corsa all’iride.

La crisi e l’ipotesi della rottura

Negli ultimi tempi in molti hanno aizzato il sospetto di una possibile crisi in seno alla squadra. I media hanno parlato di un Vettel poco supportato, in rotta di collisione con il team. A dispetto però dei tanti problemi presenti all’interno del box, Seb ha voluto rilasciare una dichiarazione che ha messo in chiaro quello che sarà il suo prossimo futuro con la casa di Maranello.  

Come ribadito ad Auto Bild al termine della trasferta di Suzuka, il quattro volte campione del mondo con la Red Bull ha escluso categoricamente di pensare al divorzio. “Non lascerò la Ferrari. Faccio parte della squadra e voglio che sia così, nient’altro”. Nonostante la matematica non l’abbia definitivamente condannato al secondo posto, Vettel continua a non darsi per vinto. “Penso che disponiamo di parecchio potenziale. Naturalmente, le ultime gare non sono andate bene per noi e abbiamo reso le cose troppo facili alla Mercedes. Ma anche così lo spirito all’interno della squadra è buono”. 

Vettel mette così a tacere le voci che parlano di una possibile rottura con il team, un’ipotesi da più parti ventilata nel corso delle ultime settimane. Ma se il campione di Heppenheim non vive da separato in casa, di sicuro sente la pressione della stampa e degli addetti ai lavori. Non è quindi un caso che in sua difesa sia dovuto intervenire Lewis Hamilton, sostenendo che sarebbe opportuno avere più rispetto di Sebastian.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Antonio Sorice

Antonio Sorice - Sebastian Vettel sta attraversando uno dei momenti più brutti della sua carriera in Formula 1. Dopo il 2014 in cui fu criticato per non essere stato all’altezza del compagno di squadra Ricciardo, ora sente il peso di chi lo sta additando per i troppi errori commessi durante la stagione. Chissà se starà pensando a Schumacher che gli parlò un gran bene della Ferrari, oppure a Fernando Alonso e Alain Prost, due piloti che arrivarono a Maranello da campioni del mondo, ma furono costretti ad abbandonare la squadra con un pugno di mosche in mano.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!