Iscriviti

Sarà Netflix a trasmettere la miniserie su Ayrton Senna

Arriverà nel 2022 la miniserie di otto puntate dedicate al campione brasiliano. Con il contributo della famiglia, il progetto ripercorrerà non solo i trionfi, ma anche i più inediti dettagli della vita del campione scomparso nel 1994.

Formula 1
Pubblicato il 8 settembre 2020, alle ore 13:14

Mi piace
9
0
Sarà Netflix a trasmettere la miniserie su Ayrton Senna

Morto tragicamente il 1° maggio 1994, Ayrton Senna è a tutti gli effetti un mito intramontabile della Formula 1. Da inesauribile fonte di ispirazione della stragrande maggioranza dei piloti che sognano di emulare le sue gesta, il brasiliano è stato non solo un campione, ma anche un vero e proprio eroe nazionale.

Osannato dalla gente, con la sua morte il paulista ha lasciato un vuoto incolmabile. Lui che una volta, calatosi nell’abitacolo, si lanciava in imprese impossibili, fuori dalla pista era un uomo non solo molto semplice e timido, ma spesso contraddistinto da un velo di saudade, quella forma di malinconia che è un autentico marchio di fabbrica del popolo brasiliano.

Di lui ancora oggi si cerca di scoprire ogni minimo aneddoto, dettaglio o sfaccettatura. Proprio per questa ragione, è ora ufficiale l’arrivo di una miniserie incentrata sulla vita privata del tre volte campione del mondo con la McLaren. Realizzata in otto puntate, sarà trasmessa nel 2022 su Netflix.

Con questo progetto si entrerà nel merito non solo del pilota, ma anche della persona. Per rendere tutto ciò fattibile, indispensabile è stato l’intervento della famiglia del pilota che aveva un profondo rapporto con la religione e con Dio. Come mai successo prima, le telecamere hanno potuto liberamente accedere nella villa di San Paolo, dove ebbe modo di crescere tra gli agi di un Paese incentrato sulle forte disuguaglianze economiche.

La famiglia Senna si impegna a rendere questo progetto qualcosa di totalmente unico e senza precedenti. E nessuno meglio di Netflix, che ha una portata globale, può essere partner migliore”, ha dichiarato Viviane Senna, la sorella di Ayrton che gestisce la fondazione che porta il nome del pilota che in famiglia veniva chiamato Beco o Becão. Nella miniserie girata in inglese e portoghese brasiliano, sarà quindi possibile scoprire gioie, paure, ossessioni, amicizie, sogni, amori e frustrazioni di un pilota diventato leggenda.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Antonio Sorice

Antonio Sorice - Se delle imprese in pista di Ayrton conosciamo pressoché tutto, altrettanto non si può dire degli aspetti più intimi della sua vita privata. Il rapporto con la religione, gli amori e i tormenti hanno avuto un peso non indifferente, ragion per cui chi vorrà saperne di più su di lui come persona, troverà nella miniserie molte risposte che faranno luce su un personaggio che come pochi ha caratterizzato il mondo della Formula 1.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!