Iscriviti

Hemult Marko sulla candidatura di Alonso in Red Bull: “Per la Honda è qualcosa di impossibile”

Le difficoltà di inizio stagione di Pierre Gasly, hanno sollevato il dubbio che la Red Bull stesse cercando un sostituto. Tra i possibili candidati è stato fatto anche il nome di Fernando Alonso, ma la Honda si sarebbe rifiutata di avallare la scelta.

Formula 1
Pubblicato il 17 luglio 2019, alle ore 12:24

Mi piace
9
0
Hemult Marko sulla candidatura di Alonso in Red Bull: “Per la Honda è qualcosa di impossibile”

Con l’arrivo dell’estate, il mondo della Formula 1 tira i primi bilanci della stagione, ravvivando al contempo gli sviluppi del mercato piloti. Tralasciando Mercedes e Ferrari, dove le posizioni contrattuali sono sufficientemente cristallizzate, le attenzioni ricadono in casa Red Bull, dove il francese Pierre Gasly fatica a tenere il passo di Max Verstappen.

Nelle ultime settimane, a farsi largo è stata l’ipotesi di sostituire il compagno di squadra dell’olandese, i cui risultati sono stati al di sotto delle aspettative. È pur vero che confrontarsi con Mad Max non è affatto semplice, ma in casa Red Bull si aspettavano qualcosa di più.
Si scopre così che tra i papabili pretendenti al sedile di Gasly, ci sarebbe anche Fernando Alonso.

Dopo aver abbandonato la Formula 1 alla fine della scorsa stagione, l’asturiano non ha però chiuso la porta in faccia ad un possibile ritorno. L’idea di potersi rimettere a correre nella massima espressione dell’automobilismo, continua a stuzzicarlo, ma sul punto ha più volte posto una precisa condizione: la sua seconda parentesi in Formula 1 sarebbe possibile solo alla guida di un’auto competitiva. La Red Bull quest’anno ha dimostrato di essere una monoposto capace di dire la sua, da qui l’entourage del due volte campione del mondo ha fatto sapere di essere interessata al posto eventualmente lasciato libero da Gasly.

Helmut Marko, consigliere della Red Bull Racing, ha però fatto sapere di non aver alcuna intenzione di appiedare il pilota transalpino. Lo stesso Chris Horner continua a dargli fiducia, ribadendo l’esigenza di pazientare. Non a caso a Silverstone, oltre a disputare un’ottima gara, Gasly ha anche concluso davanti al compagno di squadra, a sua volta rallentato dal tamponamento innescato dal tentativo di controsorpasso di Vettel.

Ad ogni modo da Milton Keynes hanno categoricamente smentito qualsiasi interesse nei confronti dell’ex ferrarista. Il motivo sarebbe da ricondurre alla Honda, il motorista della squadra dei “bibitari”. Dopo quattro anni disastrosi trascorsi alla McLaren, Alonso ha più volte avuto modo di criticare i giapponesi, che a quanto pare non gradirebbero di tornare a lavorare con lo spagnolo. “Per la Honda Alonso è qualcosa di impossibile” ha concluso Helmut Marko.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Antonio Sorice

Antonio Sorice - Dopo averne dette di tutti i colori, Alonso difficilmente potrà tornare in Formula 1 alla guida di un’auto motorizzata dalla Honda. Dall’altra parte capisco anche lo spagnolo, che nel 2015 si fece incantare dai giapponesi che sostenevano di aver creato una power unit pari alla Mercedes. Se quindi è deciso a rientrare, meglio cercare altrove.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!