Iscriviti

Helmut Marko e la sua soluzione alla crisi di Vettel: “Dovrebbe cambiare scuderia”

La crisi di Sebastian Vettel è l’argomento di attualità più gettonato all’interno dei paddock. A detta di Helmut Marko, per superarla il tedesco avrebbe un’unica possibilità: lasciare la Ferrari.

Formula 1
Pubblicato il 22 luglio 2019, alle ore 18:09

Mi piace
4
0
Helmut Marko e la sua soluzione alla crisi di Vettel: “Dovrebbe cambiare scuderia”

Se ne parla ormai da diversi mesi, ma il tamponamento visto al 37esimo giro del Gran Premio di Silverstone lo ha sancito in maniera inappellabile: Sebastian Vettel sta attraversando il momento più nero della sua carriera in Formula 1. Oltre alla crisi di risultati, il tedesco sembra aver perso la trebisonda e la solidità mentale necessaria non solo per combattere contro la concorrenza Mercedes e Red Bull, ma anche per tenere a bada il suo giovane e scalpitante compagno di squadra.

L’aspetto però che più angoscia i tifosi della Rossa, è che al momento ancora non si scorge la luce in fondo al tunnel. L’idea che si fa largo è che il pilota sia andato in tilt, incapace di venir fuori dal buio pesto in cui è precipitato da un anno a questa parte.

Sulla scorta di queste sensazioni, a cercare di fare una prima analisi della situazione è stato Helmut Marko, il superconsulente di casa Red Bull. Lui che conosce molto bene Seb, avendolo guidato negli anni in cui si affermò con le monoposto di Milton Keynes, fatica a riconoscere il bambino prodigio che sembrava destinato a diventare l’erede naturale di Michael Schumacher.

Dal suo punto di vista, è chiaro che Vettel non dispone della stessa tempra di altri mostri sacri del recente passato come Alonso o lo stesso Schumacher. Il suo tallone d’Achille sarebbe quindi l’ambiente che lo circonda. Dopo averlo definito una persona molto intelligente e sensibile, Marko aggiunge che “non riesce a dare il massimo se non sente il sostegno incondizionato del team. In Red Bull era così, in Ferrari probabilmente no. Gli errori che sta facendo si commettono quando non si è sicuri della propria situazione. Dovrebbe cambiare scuderia, ma non ci sono opzioni valide per il 2020”.

A commentare il difficile momento del tedesco interviene anche Max Verstappen che, sulla falsariga di Marko, stenta a riconoscere le recenti performance del quattro volte campione del mondo. La sua opinione non mette però in dubbio il talento, ma l’approccio mentale: “In Red Bull quasi non ha commesso errori. Non ci si dimentica come si guida, quindi perché succede ripetutamente in Ferrari?”.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Antonio Sorice

Antonio Sorice - In effetti la soluzione più semplice sarebbe quella di fare tabula rasa. Vettel ha necessità di fare mente locale, capire cosa lo stia condizionando e ripartire da zero. Stessa identica cosa dovrebbe fare la Ferrari, cercando di mettere a fuoco sia le sue difficoltà che gli errori commessi dal team. Senza una reciproca comprensione, il rischio sarebbe quello di concludere in maniera fallimentare il comune progetto di collaborazione.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!